Archivio | febbraio, 2019

Serie TV: recensione Sick Note (contiene spoiler)

2 Feb

Sick Note è una serie televisiva britannica che vede, tra i protagonisti, Rupert Grint, indimenticato Ron Weasley, e Nick Frost, noto per film come L’alba dei morti dementi.

La serie consta di una prima stagione di 6 episodi ed una seconda di 8, con un finale aperto che rimanda chiaramente ad una terza. A parte il pilota, gli episodi durano circa una ventina di minuti, quindi si può tranquillamente vedere tutta la serie in una giornata. Per quanto ho i miei dubbi che una persona sana di mente lo farebbe.

La premessa sembra alquanto interessante. Daniel (Grint) è un giovane scansafatiche e fannullone (nella primissima scena, lo vediamo giocare alla Playstation facendo finta di avere il braccio rotto pur di non dover andare a lavoro) che, un giorno, riceve dal suo nuovo medico (Frost) una notizia che lo sconvolge: egli ha il cancro esofageo.

Tuttavia, un paio di giorni dopo, il medico lo contatta, informandogli di essersi sbagliato, e che lui non è affatto malato. Ciononostante, Daniel si rende conto di come a lavoro sia trattato molto bene e la sua ragazza (che lo aveva praticamente lasciato) sia decisa a stare con lui.

Questo, unito al fatto che il medico rischia guai seri se si venisse a sapere della diagnosi errata, spinge i due a collaborare, facendo finta che il cancro di Daniel sia vero.

In questo articolo, cercherò di parlare di questa serie, commentando, secondo me, le ragioni per cui non raggiunge i livelli che la premessa sembra anticipare. Infatti, ci saranno moltissimi spoiler, a cominciare da adesso.

Continua a leggere

Annunci