Archivio | agosto, 2017

Agosto 2017 è stato come speravo?

31 Ago

Bentornati nel blog vuoto. Agosto è finito, e ricordo che mi aspettavo grandi cose da questi 31 giorni. Le ho avute? Beh, direi grossomodo sì. Okay, non sono stato sempre felice e ci sono cose che non ho potuto fare, ma tutto sommato Agosto è stato un mese soddisfacente in cui spesso ho fatto cose nuove e diverse. Inoltre, ho scritto tantissimo, forse è stato il mio mese più creativo di sempre. Per questo, saluto Agosto 2017 col sorriso, mentre Settembre, ultimo mese estivo, darà inizio a qualcosa di nuovo, almeno spero. Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Annunci

Russia 2018: quante (e quali) nazionali sono già fuori dai giochi?

31 Ago

Bentornati nel blog vuoto. Prima di partire, chiarimento: le nazionali di cui terrò conto sono quelle giunte alla fase finale delle qualificazioni continentali, quindi niente menzione delle squadre eliminate prima. In sostanza, parlo di quelle giunte a un “passo” dalla qualificazione ma che sono già fuori dai giochi prima delle battute finali.

ASIA

Nel girone B, Iraq e Thailandia sono state le due vittime del girone di ferro che ha visto il Giappone uscire trionfante, ma che vede Arabia Saudita, Australia ed Emirati Arabi Uniti competere per il secondo e terzo posto.

Nel girone A, invece, Cina e Qatar potrebbero ancora qualificarsi per lo spareggio intercontinentale, ma tutto dipenderà dal rendimento dell’Uzbekistan, contro cui i cinesi hanno lo scontro diretto.

AFRICA

Dopo appena due giornate su sei, nessuna squadra è già eliminata, quindi direi di passare avanti.

NORD E CENTRO AMERICA

Mancano quattro giornate alla fine, e quindi le ultime due (Honduras e Trinidad & Tobago) hanno pochi punti di distanza da Panama che, attualmente, andrebbe agli spareggi, ma che ha solo un punto in meno degli Stati Uniti.

SUD AMERICA

Il Brasile ha dominato il girone, mentre sette squadre sono ancora in bilico in un girone talmente difficile che l’Argentina è al momento nel posto dello spareggio. Riuscireste a immaginare l’Argentina a un passo dall’eliminazione?

Bolivia e Venezuela sono le uniche già fuori.

OCEANIA

Il Primo ed il 5 Settembre si disputerà la finale tra Nuova Zelanda e Isole Salomone.

EUROPA

Il fatto che tutti i gironi siano equilibrati significa che qualche vittima sacrificale ci sia. Tuttavia, solo sette squadre sono definitivamente eliminate.

Lussemburgo, San Marino, Malta, Macedonia, Liechtenstein (queste due nello stesso girone), Kosovo e Finlandia (anche queste due).

Questa è la situazione quando entriamo nelle battute finali.

Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Russia 2018: nella dirittura d’arrivo delle qualificazioni, chi è già ai Mondiali?

31 Ago

Bentornati nel blog vuoto. L’Autunno prima del Mondiale è il momento della verità, perché si decidono qui le squadre che disputeranno la fase finale.

La Russia è già qualificata in quanto Paese organizzatore, ma, a quanto pare, già tre squadre hanno staccato il biglietto, potendo affrontare le ultime gare con tranquillità.

Due provengono dall’Asia, dove l’Iran ha un vantaggio di 8 punti sull’Uzbekistan terzo a due gare dalla fine. I persiani saranno alla quinta partecipazione di sempre, la seconda consecutiva.

Invece, il Giappone è uscito trionfante dal girone di ferro, e disputerà il suo sesto Mondiale consecutivo. Impressionante, considerando che, fino a vent’anni fa, il Sol Levante non aveva mai raggiunto la fase finale.

Le qualificazioni africane sono ancora agli inizi, mentre in Nord e Centro America mancano 4 giornate, con il Messico primo che ha “solo” 7 punti in più di Panama quarto.

In Sud America, il Brasile è già sicuro della qualificazione a quattro giornate dal termine, avendo dominato il campionato. Escludendo Bolivia e Venezuela, tutte le altre sono in gara per andare almeno allo spareggio.

In Oceania, la gara di andata dello spareggio finale tra Nuova Zelanda e Isole Salomone si disputerà domani.

Infine, in Europa, tutti i gironi sono pressoché equilibrati. Soltanto la Polonia ha un bel “cuscino” di punti in più della seconda, ma, a quattro giornate dal termine, non è ancora chiaro chi prevarrà.

Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Hot and Sticky Summer Challenge: aver scritto ogni giorno per tutta l’estate (e non solo)

31 Ago

Bentornati nel blog vuoto. Quest’anno, essendo interessato a partecipare al NaNoWriMo e scrivere un racconto di 50.000 parole in un mese, mi sono esercitato con il Camp NaNoWriMo, che è un’iniziativa a parte in cui ogni Aprile e Luglio ti fissi un obiettivo e vedi di raggiungerlo, ma può essere anche qualcosa di semplice, come scrivere giusto 50 parole (magari ti iscrivi giusto per interagire con altri scrittori).

Avendo preso parte al Camp, ho trascorso tutto Aprile scrivendo qualcosa. Dopodiché, a Maggio, sono riuscito a mettermi e scrivere altro tutti i giorni, giusto per diletto.

Ed è qui che una mia amica mi parla di un’iniziativa: scrivere almeno 600 parole al giorno per tutti i giorni di Giugno, Luglio e Agosto.

Così, dal momento che già venivo da due mesi in cui scrivevo sempre, ho deciso di approfittarne, facendo pratica ogni giorno e arrivando al punto in cui scrivere 2.000 parole in un’ora per me è facile. Certo, parlo di scriverle e basta, perché poi c’è la parte in cui analizzo, correggo e riscrivo tutto, ma almeno so che, se sono abbastanza ispirato, la media giornaliera necessaria per il NaNoWriMo (1.667 parole al giorno) è per me potenzialmente fattibile.

Ora, io non ho propriamente scritto una storia. O meglio, l’ho fatto, ma soltanto a Luglio per farla combaciare con l’altro Camp NaNoWriMo. A Giugno avevo un esame a settimana (tutti di Giovedì, non sto scherzando) e ad Agosto volevo solo esercitarmi. Tuttavia, è stata una bella esperienza, ed ho visto che è ispirata alla Hot and Sticky Summer Novel Writing Challenge.

In sostanza, questi due scrittori hanno proposto un’iniziativa per contrastare il NaNoWriMo, perché scrivere 1.667 parole al giorno è frustrante. Quest’iniziativa consiste nello scrivere 488 parole al giorno nei mesi di Giugno, Luglio, Agosto e Settembre.

Infatti, ho detto “ispirata” perché le differenze tra quello che ho effettivamente fatto sono chiare:

  • Io ho scritto almeno 600 parole al giorno, quando la media richiesta era 488;
  • Io non ho scritto una storia, avendolo fatto solo a Luglio;
  • I mesi in cui ho scritto sempre sono stati Aprile, Maggio, Giugno, Luglio e Agosto;
  • Ho scritto quello che mi andava, sviluppando idee su idee;

Insomma, ho come personalizzato questa sfida per prepararmi per Novembre. Non so se continuerò a scrivere a Settembre e Ottobre. O meglio, scriverò, ma è dal Primo Aprile che scrivo ogni giorno e in Autunno so per certo che avrò impegni in cui non posso nemmeno avvicinarmi al computer, figurarsi scrivere.

In effetti, io proporrei a voi entrambe queste varianti, magari togliendo il dover essere per forza in estate. Potreste scrivere 600 parole al giorno in tre mesi ma senza limiti, oppure se avete un’idea gigante potreste passarne 4 scrivendone 488 alla volta.

Ad ogni modo, è stata una sfida interessante, e, chi lo sa, magari l’anno prossimo provo a seguirla in modo più fedele.

Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Selfish Jean

30 Ago

Ora che l’estate sta finendo, pensavo di condividere con voi una canzone uscita 10 anni fa. “Selfish Jean” dei Travis ha fatto da colonna sonora alla mia estate del 2007, un periodo molto importante. Da allora, per me questa canzone significa estate, tant’è che penso alla sua base quando la stagione inizia. Quale modo migliore di dare via alla conclusione di Agosto se non condividendola?

 

Una scena tagliata di Wonder Woman rimanda a Justice League?

30 Ago

Bentornati nel blog vuoto. Il 19 Settembre, Wonder Woman, il film che ha dominato i botteghini dell’estate, uscirà in DVD. A quanto pare, però, una delle scene tagliate ha fatto discutere i fan per come sembri spianare la strada a Justice League.

Ora, vi chiederete come faccia un film ambientato quasi 100 anni prima a farlo, ma la scena in questione, nel finale, sembra un chiaro richiamo.

In sostanza, c’è un epilogo in cui Etta Candy e gli uomini che hanno seguito Diana e Steve si riuniscono perché incaricati di una missione: portare qualcosa di molto antico e molto potente agli americani. Il richiamo è vago, ma potrebbe tranquillamente trattarsi di una Scatola Madre, considerando che questi tre artefatti sono finiti sulla Terra migliaia di anni fa. Sappiamo che una è stato nascosto dagli atlantidei e un’altra è nell’Isola Paradiso, ma la terza è in possesso del dottor Silas Stone, che l’ha usata per salvate la vita di suo figlio e renderlo un vero e proprio Cyborg.

Come fa ad esserne in possesso? Magari, la missione segreta di Etta e gli altri riguarda proprio il portare la Scatola Madre in America. Questo, oppure il secondo film di Wonder Woman sarà ambientato negli Stati Uniti proprio per mostrare cosa fosse.

Insomma, adoro come questi riferimenti vaghi possano farti dire che, in effetti, ci sta che gli eventi del film siano legati in qualche modo off-screen.

Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Dopo un risveglio brusco, vi auguro buona giornata

30 Ago

Oggi è il 30 Agosto. Siamo nel mezzo della settimana, ma ormai il mese sta finendo. Per molti, l’estate è già finita e siamo in quel periodo tra “la fine delle vacanze” e “l’inizio di un nuovo anno” o cose simili. Ad ogni modo, godetevi pure questi momenti, e siate tranquilli.