I falsi amici dell’inglese

28 Lug

Inghilterra – Bandiera

Bentornati nel blog vuoto.

Sapete qual è una delle parti più confusionali quando si studia l’inglese? I falsi amici, ossia quelle parole che sembrano quelle di un’altra lingua ma che non hanno nulla a che fare.

Infatti, scommetto che anche voi abbiate avuto difficoltà con parole come “actually” e “to pretend”, e tutt’ora li traducete come “attualmente” e “pretendere”.

Adesso, però, vi voglio mostrare 10 falsi amici frustranti.

Procediamo!

Annoy

“Annoying” non vuol dire “noioso”, ma “fastidioso”. Insomma, io lo assocerei a quando qualcuno è talmente noioso da infastidire.

Cold

Da piccolo, il falso amico che più mi infastidiva era “cold”, che associavo a caldo, ma che in realtà significa freddo.

Education

Quando dicono “a well educated man”, non intendono che si tratta di un uomo ben educato, ma ben istruito.

Fabric

La loro parola per fabbrica è “factory” che sembra fattoria, mentre la loro parola “fabric” significa tessuto. Forse ha questo significato per i tessuti fabbricati a mano o da lavoratori?

Horse

Un altro falso amico particolare è questo. Chi non conosce l’inglese potrebbe pensare che significhi orso, quando è la parola per cavallo.

Mustard

Il motivo per cui i film americani sembrano confondere la mostarda con la senape è che la parola inglese per senape è “mustard”, quindi è facile confondersi.

Trivial

Qualcosa di “trivial” non è triviale, ma banale. Mi chiedo allora perché il Trivial Pursuit si chiami così.

Ostrich

Tutt’ora resto confuso un attimo quando si parla di struzzi in articoli americani e usano “ostrich”, perché penso “come fa un’ostrica a correre via?!”.

Parents

La parola latina “parentes” ha assunto il significato di parenti in italiano, ma in inglese è rimasto come termine per “genitori”.

Preservative

Sì, i conservativi li chiamano “preservatives”. L’ho scoperto due giorni fa e sono rimasto un po’ di sacco.

Bene, finalmente ho messo in mezzo l’inglese. Ormai siamo proprio agli sgoccioli.

Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Annunci

5 Risposte to “I falsi amici dell’inglese”

  1. simonconverse 1 agosto 2017 a 11:38 am #

    Vogliamo parlare del lessico spagnolo che è fatto per un abbondante 8% da falsi amici?

    • simonconverse 1 agosto 2017 a 11:45 am #

      Errata corrige: 80%

      • ilblogvuoto 1 agosto 2017 a 2:24 pm #

        Da dove hai preso questo dato?

    • ilblogvuoto 1 agosto 2017 a 2:24 pm #

      Il primo esempio che mi viene in mente è “burro”. Immagina un italiano che va in una campagna spagnola e qualcuno gli chiede di portargli “el burro”. Ma funziona anche l’opposto. Per loro, il verbo “gustare” potrebbe essere l’equivalente di “gustar”, ma non è così.

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il mese linguistico | Il blog vuoto - 31 luglio 2017

    […] I falsi amici dell’inglese […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: