I numeri come ideogrammi

5 Lug

Bentornati nel blog vuoto.

Un ideogramma è così definito perché non deve rappresentare la pronuncia di ciò che rappresenta, ma soltanto renderne l’idea.

Certo, spesso può capitare che i caratteri cinesi abbiano effettivamente una parte che serva proprio a indicarti, più o meno, come andrebbero pronunciati, ma penso sia uno dei motivi per cui dire ideogrammi cinesi sia scorretto.

Tuttavia, in questo breve articolo, volevo menzionare come anche noi possiamo avere degli ideogrammi nelle nostre tastiere.

Prendete i numeri. Dove sta scritto che 1 si legga “uno”, che 2 sia “due” e così via?

Da nessuna parte, ma servono a rendere l’idea di “uno, due, tre …” e via verso l’infinito.

Ed è così che funziona un ideogramma.

Da quando mi sono reso conto di questo concetto, ho smesso di vedere i caratteri come qualcosa di incredibilmente complicato. Adesso, anche i simboli mi sembrano usare la stessa idea. Prendete i cartelli stradali: un cerchio rosso con un rettangolo bianco in mezzo sappiamo tutti cosa significa, anche se non c’è scritto da nessuna parte.

Bene, il post finisce qui. Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: