Spellbook: commento al doppio finale della quinta stagione

11 Mag

Bentornati nel blog vuoto.

Come dicevo, oggi si conclude la quinta stagione di Spellbook, il “Telefilm su carta” di Luigi Toto. Ho sempre adorato questa espressione: col suo non essere né trasmesso in TV né scritto su carta (a parte, credo, gli appunti del Toto), è una definizione associabile alla “Trilogia in Cinque Libri” della Guida Galattica per gli Autostoppisti.

Comunque, questo commento è dedicato al doppio episodio 5×17/5×18, perché, per la prima volta in quattro anni, sono effettivamente “in pari” con la storia, e appena in tempo per l’assaggio della sesta ed ultima stagione.

Per questo, ho pensato di commentare l’episodio mentre lo leggevo, esattamente come quando recensisco i tokusatsu giapponesi nei miei articoli in inglese.

Ad ogni modo, sto già perdendo troppo tempo, considerando che l’episodio è stato rilasciato due ore fa. Cos’ho fatto nel frattempo? Stavo guardando Animali Fantastici e dove trovarli, quindi sono ancora con la testa a Eddie Redmayne che ci mostra come Hollywood possa ricavarti un blockbuster persino da un fittizio libro di testo.

Sto parlando troppo? Direi di sì, quindi procediamo subito alla lettura e al commento. Ovviamente, non proseguite se non siete in pari.

Bless you, Hammy chan!

 

Il finale di stagione si apre con una frase ormai tipica della serie: “Cara speranza”. Escludendo il Mondo di Superman, Spellbook mi fa sempre venire in mente Kamen Rider Wizard per come entrambe riescano a fondere la speranza con la magia.

Risultati immagini per kamen rider wizard hope

Wow, un cammeo di Lisandra nel buio! Ci sta che una stagione così matura e delicata come la quinta inizi il suo finale con una sua apparizione.

Oh, ecco Hendius nella sua magione. Il bello è che non ho mai apprezzato né le sue scene né lui come personaggio. Mai. MAI!

Ogni volta che Hendius mi ricorda che esiste

Rosa non riesce a credere alla violenza a cui ha assistito.

I personaggi che riescono comunque a cascare tra le nuvole quando i super cattivissimi fanno cose da super cattivissimi (???) mi stupiscono sempre, ma in positivo. Rosa deve essersi fatta un’idea di Hendius troppo contrastante con quella che ha di fronte.

Prendete questo scambio di battute:

Hendius: NO. Non lo farò. Ho aspettato troppo. Noi… noi dobbiamo essere felici.
Rosa: non a questo prezzo. Non… a costo delle vite degli altri.

Hendius, avrai anche le tue motivazioni per fare quel che fai, ma non puoi nasconderti dietro il semplice desiderio di poter essere insieme alla tua amata. Quante vite sono state spente e distrutte affinché la tua potesse provare gioia?

Oh, che succede?

Le porte della sala si aprono, palesando Maggie e un’intera squadra di maghi superiori. Sono almeno una quarantina. I maghi superiori sono coloro che hanno più potere all’interno della scala sociale magica. Hanno un livello di magia oltre qualsiasi altro mago e strega. Sono potentissimi.

Wow, mi sento esattamente come il dottor Serizawa nel parlare di Godzilla:

Risultati immagini per let them fight godzilla

Maggie: dormires ab aeterno.

Maggie lancia un incantesimo verso Rosa, atterrandola sul colpo. La donna cade in un sonno profondo, lo stesso che affligge Rose. E mentre Rosa dorme – per sempre – Rose si sveglia nella teca.
Benjamin, Bright e Matthew corrono verso di lei. Così come Jack, Oliver, Andy e Alice.

WOW!

Maggie non rigira intorno. Bisogna fermare Hendius? Ok. Cos’è che lo motiva? Rosa? Perfetto, IMPRIGIONIAMO ROSA IN UN SONNO ETERNO!

Ed è successo tutto così velocemente che mi sono dovuto fermare un attimo per processare tutto.

Okay, Rose si sveglia, Ben è felice, ma tutti sono confusi. E c’è un terremoto.

Risultati immagini per out of context tokusatsu

Uh, ecco Charlotte con Tatia. Dovete sapere che quest’ultima è la mia preferita, quindi è quella le cui scene leggo con maggiore attenzione perché, ogni volta, se ne esce con perle di saggezza assurde.

Charlotte: oddio, forse dovremmo andare lì, forse dovremmo fare qualcosa.
Tatia: no, piccolina, non dovremmo fare niente.
Charlotte: e se fosse successo qualcosa di brutto?
Tatia: sono andati a fermare il grande cattivone, probabilmente è successo qualcosa di brutto.
Charlotte guarda fuori dal grosso finestrone.
Charlotte: Jack…
Tatia: giuro, se mio nipote non te lo dà lo prendo a schiaffi.
Charlotte guarda Tatia, imbarazzata

In effetti, ogni volta che Charlotte è con Jack sembra sempre che stia così.

Risultati immagini per out of context tokusatsu

Okay, ecco che riprendiamo con la mole di “colpi di scena” uno dietro l’altro. Mi immagino Luigi Toto che, prima di scriverlo, ha svolto il prima possibile i suoi impegni di quel giorno, ha bevuto sette tazze di caffè e s’è messo all’opera. O magari è uno che preferisce il tè, come il sottoscritto.

Oh, ecco il ritorno di Dyal, che rivela di lavorare per un uomo di nome Cryon. Volete che faccia battute su Thor, vero? Okay, “perché ha un mantello? C’era scritto martello sull’invito”. Fatto, contenti? Andiamo oltre.

I due si squadrano. Cryon è molto affascinato da lei, è così chiaro. Ma mantiene il suo alone di mistero.
Cryon: Signorina Wilson, vogliamo farle sapere che siamo qui per aiutarla.
Rose scoppia in una risata. Una risata quasi isterica.
Rose: siete qui per aiutarmi? VOI siete qui per aiutarmi? Dopo tutti questi anni? Dopo Alec, dopo Ardens… dopo tutto quello che è successo, vi presentate qui con la vostra squadra e mi dite che volete aiutarmi.
Cryon: trova la cosa divertente?
Rose: no. Lo trovo un insulto.
Cryon: Twinswood è sempre stata importante per noi.

Non hai tutti i torti, “Signorina Wilson”.

Cryon: sì, come Leda per te. E siamo…
Rose: non ti azzardare a parlare di Leda.

Avete presente quei vostri amici telefilm-dipendenti che, non appena un personaggio di una serie ne menziona un altro che, purtroppo, è morto, scoppiano a piangere? Ecco, immagino già i pianti di costoro semplicemente nel leggere il nome di Leda.

Vediamo un po’ cos’hanno da offrire.

Cryon: se scopriremo come uccidere Hendius, come abbiamo fatto l’ultima volta…
Rose: cosa?

Risultati immagini per Kamen Rider Ex-Aid screenshots

Rose, Benjamin, Matthew, Luke, Tatia, Oliver, Andy, Bright, Evan, Jack, Charlotte e Alice sono presenti al funerale di Leda.

Oh, ora arriva una scena intensamente triste. Beh, non voglio dire nulla sul funerale, se non è che dipinto in modo fin troppo realistico. Sì, anche se si parla di una vampira.

Arriviamo, quindi, a una settimana dopo.

Lasciando perdere la scena tra Rose e Matthew, che menziona Netflix così tante volte che immagino i CinemaSins che le additano.

Il gruppo si è riunito attorno al caminetto del castello. Rose, Matthew, Luke, Tatia, Bright, Evan, Benjamin, Oliver, Andy, Alice, Jack e la piccola intrusa Charlotte, che ormai è diventata di famiglia.

Ma, infatti, io ancora non riesco a vedere Charlotte come “una di loro”. Il fatto, poi, che assomigli a Nancy di Stranger Things non aiuta per niente.

Risultati immagini per Stranger Things Nancy

Ehi, scusami tanto! Okay, me lo rimangio, va bene.

Ed ecco che Rose inizia ad avere un piano.

Risultati immagini per elçin sangu

Io così. No, non somiglio a Elçin Sangu, è figurativo!

Charlotte è completamente in confusione, ma ci pensa Jack a rimediare. Va verso di lei, le prende con vigore il viso e la bacia. La bacia come non l’ha mai baciata nessuno. Per la prima volta sente la forza di un uomo. Un uomo che desidera e che voleva con tutta sé stessa. I due si lasciano andare in un bacio passionale, con Charlotte un po’ impacciata, ma ripresa alla grande da Jack. Lui, per la prima volta dopo tanto tempo, è felice e sente che c’è vita dopo aver toccato il fondo.

Okay, chi legge le mie storie o semplicemente chatta con me su Facebook lo sa quanto sono sdolcinato, e di come la mia reazione sia inondare la bacheca di cuoricini, quindi mi limito semplicemente a una faccina.

Risultati immagini per heart eyes Facebook

Okay, passiamo avanti.

Tatia: è una femminuccia.
Luke lo guarda, sorpreso.
Luke: come?!
Tatia: so che avevamo deciso di trattare la questione con la magia e fare ricerche ma… sono andata al Twinswood Memorial, ho fatto un’ecografia. E… è una femminuccia, è sanissima. E… sentivo il suo cuore.
Tatia scoppia in un pianto. Un pianto liberatorio.
Luke: oh mio Dio…
Luke, dal canto suo, l’abbraccia, stringendola forte.
Luke: sta bene?
Tatia: sì, sta bene.
Tatia sorride nel pianto.
Luke: è una femminuccia.
Luke, pieno di gioia, guarda Tatia con amore. E anche il suo pancino.
Tatia: una femminuccia.
I due si guardano per qualche breve istante. E poi Tatia lo dice.
Tatia: la chiameremo Leda.
Luke scoppia in un pianto compulsivo, ovviamente senza lacrime, ma se ci fossero, sarebbero di gioia. Luke e Tatia si scambiano un tenero bacio d’amore.

Bene, altri cuoricini.

Risultati immagini per heart eyes Facebook

Alice nella sua scena con Matthew mi lascia capire perché sia modellata su Elizabeth Olsen. In quel momento, l’ho immaginata proprio come Wanda Maximoff, con tanto di voce e consapevolezza che qualcosa di irreversibile è destinato ad accadere.

Dai, adesso mi limito solo a commentare i momenti che trovo più salienti, altrimenti non la finisco più.

Una jeep si ferma davanti al grosso albergo. Cinque belle ragazze escono. Si tratta di Lily, Marthie, Maddie, Veronica e Riley, le streghe di Bakersville.

Sono così abituato ai tokusatsu che ammetto che mi sarei aspettato una kalishplosione, stile quelle che fanno i Power Rangers nel mettersi in posa.

Immagine correlata

Scegliete pure di pensare a chi sia chi.

Oddio, una riunione di Bakersville!

Io … ecco … non so cosa pensare.

Adoro quando la serie madre ha queste belle scene per lo spin-off. C’era X-Files che letteralmente li concludeva.

Mamma mia, che epico il momento in cui Rose inizia a parlare ai cittadini, soprattutto per l’incredibile reazione di Twinswood: il silenzio tombale. Come diamine reagisci ad una serie di rivelazioni come questa?

Essenzialmente, il finale della quinta stagione sembra in tutto e per tutto un finale di serie, perché è come se il cerchio iniziato con il pilota si chiudesse.

Nulla da dire sulla scena Brose, se non

Risultati immagini per heart eyes Facebook

Matthew: wow, questa visita è così… casuale. Tu sei il tizio della scuola di magia.

Eric: già.

Eric spara una sfera di energia luminosa contro Matthew, atterrandolo.

Eric: e sono anche il tuo cazzo di figlio.

Eric spiega le ali fuori il portico. Prende Matthew, che ha perso i sensi, con un’incredibile forza se lo mette in spalla. Spicca il volo insieme a lui, portandolo in alto nei cieli di Twinswood. Portandolo via da Twinswood.

Eric sì che sa entrare in scena.

A proposito di entrare in scena, ecco il tipico cliffhanger da finale di stagione di Spellbook.

E poi finalmente, si unisce a lui. La luce rossa si unisce ad Andy.

Hendius guarda la scena, soddisfatto.

Ed ecco che l’equivalente Spellbookiano del Gene del Diavolo risorge.

Risultati immagini per Devil Jin

Okay, è stata una lettura piacevole, un buon modo di concludere la stagione migliore della serie. Adesso, corro a studiare, mentre vi chiedo cosa abbiate pensato a riguardo.

Magari, potrei commentare la sesta stagione così.

Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: