Archivio | Mag, 2017

Cacca, Merda, Stronzo: etimologie di tre termini che indicano gli escrementi

19 Mag

Bentornati nel blog vuoto.

No, non sono impazzito. Il fatto è che io, spesso, mi pongo un quesito: quando una parolaccia ha anche sinonimi che non lo sono considerati, com’è che viene deciso che una specifica parola è usata per la parolaccia?

Pensavo quasi di farlo con i sinonimi di pene, ma il motivo per cui l’ho sempre pensato era per il binomio cacca/merda. Insomma, perché, fra le due, è “merda” la parolaccia?

Così, ho pensato di fare un articolo a riguardo.

Continua a leggere

C’è Buddha in fila indiana

19 Mag

Bentornati nel blog vuoto.

Occidentali’s Karma, la canzone che ha vinto lo scorso Festival di Sanremo, è un brano che, sorprendentemente, nasconde tantissimi riferimenti culturali.

Eppure, la mia mente ne ha creato uno che, forse, è involontario.

Avete presente quando dice “Lezioni di Nirvana/C’è il Buddha in fila indiana”? Ecco, a me viene in mente un luogo importantissimo per la storia dell’arte cinese: le Grotte di Mogao.

Ora, a differenza degli altri sistemi di grotte famosi in cina (come quelle di Longmen), qui non parliamo di grotte vere e proprie, ma di un sistema di templi su una rupe.

In inglese, questo posto è anche conosciuto come “Thousand Buddha Caves”, caverne dei mille Buddha, un riferimento al motivo per cui venne eretto il primo tempio.

Nel quarto secolo, un monaco ebbe una visione: mille Buddha, irradiati da una luce dorata, su uno specifico posto. Così, convinse un pellegrino a fondare il primo dei templi che ora circondano la zona.

Immagine correlata

Risultati immagini per Grotte di Mogao

Risultati immagini per Grotte di Mogao

Ecco, quando sento Gabbani dire “C’è il Buddha in fila indiana”, il mio pensiero va alla visione dei mille Buddha che quel monaco ebbe qui, nelle grotte di Mogao.

Alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!