Archivio | aprile, 2016

Aprile 2016: un terzo di anno è già finito

30 Apr

Bentornati nel blog vuoto.

Questo è l’ultimo articolo di Aprile 2016, e, come ho fatto per i precedenti tre mesi, mi stavo accingendo a fare il punto di questi giorni.

Tuttavia, mentre scrivevo, mi sono reso conto di come il quarto mese dell’anno fosse finito!

Vi rendete conto che un terzo dell’anno è già andato via? Sono passati ben 4 mesi da quando osservavamo i fuochi d’artificio in cielo, chiedendoci cosa ci avrebbe aspettato nel corso di questo 2016.

La cosa mi sconvolge soprattutto perché non mi sembra di aver fatto così tante cose da percepire questi 4 mesi come tali.

Comunque, è meglio se passiamo al resoconto, o non la finisco più.

Continua a leggere

Annunci

Quando vuoi eliminare un personaggio all’inizio di un seguito

30 Apr

Bentornati nel blog vuoto.

Un espediente narrativo molto usato è la “sindrome della morte istantanea da sequel“, ovvero far morire un personaggio che, nella storia precedente, è stato molto importante nella parte iniziale del seguito.

Ci sono parecchi videogiochi e film che usano questo espediente, che però va usato con cautela.

Ecco, secondo il mio modesto parere, cinque occasioni in cui è una cosa buona farne uso.

Continua a leggere

Tomb Raider: l’attrice Premio Oscar Alicia Vikander sarà Lara Croft

29 Apr

Bentornati nel blog vuoto.

Un mese fa, sembrava che Daisy Ridley sarebbe stata la nuova Lara Croft nel prossimo film di Tomb Raider. In effeti, la Ridley è giovane, inglese e, con l’ultimo Star Wars, ha dimostrato di poter essere la protagonista di un franchise più o meno importante (Lara Croft è pur sempre una delle eroine più famose della storia dei videogiochi).

Continua a leggere

CSE: Luca si fa una doccia

28 Apr

Bentornati nel blog vuoto.

Non so se avete notato una cosa, ma, sin da Gennaio 2015, non c’è un singolo mese in cui non pubblico almeno una scena di CSE.

Per questo, dal momento che non avevo ancora scritto nulla nel corso di questo mese di Aprile, ne ho approfittato di questa mattinata per scrivere poche righe in cui Luca si fa una doccia ed è rilassato.

Ne ho approfittato per vedere cosa ne esce fuori quando scrivo mezza paginetta al volo.

Nel caso vi interessi, ecco la scena, mentre vi do appuntamento alla prossima, sempre qui, sul blog vuoto!

Continua a leggere

The culture behind a Megazord: the mentor becoming a Ranger or being related to one

27 Apr

Welcome back to my blog.

So, you have a mentor for your team, but you want him (or her) to be more connected to it, and not just be an older, wiser person who can use their knowledge and experience to train the heroes for their quest.

Obviously, there is nothing wrong if the mentor is just that: a mentor. However, you need to show a personal reason for why he (or she) is a guiding figure for the good guys.

On Power Rangers, this is usually resolved in two simple, but effective ways:

  • The mentor actually becomes a Ranger
  • He (or she) is related to a member of the team

Usually, the second one means that the mentor is the father of one of the rangers (don’t worry, Mystic Force fans: I’ll tell you later why I just said father!).

Let’s see how many times these categories have been used.

Continua a leggere

Napoli Comicon 2016: Quarto Giorno

26 Apr

13081908_10208264669245636_1744683158_n

25 APRILE

Ogni volta che prendo parte a una fiera come il Comicon o il Videogame Show e so che il Napoli giocherà in casa quello stesso giorno, ho sempre il timore che succeda qualcosa, anche soltanto una forte inagibilità dei mezzi di trasporto, considerando che lo Stadio San Paolo è molto vicino alla Mostra d’Oltremare.

Infatti, mi chiedevo cosa sarebbe successo oggi pomeriggio, mentre c’era Napoli-Roma a poche centinaia di metri di distanza da noi.

Quelle ore, però, sono state occupate da un acquazzone pazzesco, tant’è che sembrava davvero che l’Inverno fosse arrivato (considerando, poi, che ieri è tornato Il Trono di Spade in Italia).

Continua a leggere

Napoli Comicon 2016: Terzo Giorno

26 Apr
13101510_10208264649485142_1175311419_n

In parte mi è dispiaciuto che questa zona sia stata “vuota” quest’anno, perché è sempre stato un punto fisso nelle edizioni a cui ho preso parte.

24 APRILE

Credo che una rappresentazione accurata della mia sfortuna possa essere quanto accaduto durante la fila del terzo giorno, perché, sebbene ci sia stata una scarica d’acqua intensa solo per un paio di minuti, essa è stata sufficiente per rompermi l’ombrello.

Comunque, noi avevamo anche fatto un piccolo giro lungo la Mostra d’Oltremare, soprattutto perché la zona che porta alla splendida ed enorme fontana era chiusa quest’anno, e quindi non vi si poteva accedere.

Di diverso rispetto ai primi due giorni c’è stato che ci siamo soffermati nella zona della rievocazione storica, dove l’anno scorso avevo scoperto come facevano gli uomini primitivi ad accendere il fuoco. Mi chiedo quante volte abbiano potuto effettuare questa dimostrazione con la pioggia che andava e veniva.

Continua a leggere