Archivio | dicembre, 2012

Facciamo il punto del 2012

31 Dic

Bentornati nel blog vuoto. Ecco qui il resoconto di WordPress sul mio blog, che riporta cifre che non pensavo di raggiungere: addirittura quasi 1.800 visite e non tutte italiane, perché alcune vengono da 18 altre nazioni!

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

The new Boeing 787 Dreamliner can carry about 250 passengers. This blog was viewed about 1.800 times in 2012. If it were a Dreamliner, it would take about 7 trips to carry that many people.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

 

Comunque, basta parlare di me, e pensiamo al 2012. Che dire: che pensate di questo anno? Scommetto che, involontariamente, siete lì a promettervi tante cose, come avete fatto nel 2009, nel 2010 e nel 2011, e quasi sicuramente quelle cose sono le stesse.

Per invogliarvi a rispondere, ecco la mia di risposta:

La cosa strana di questo ultimo dell’anno è che, per la prima volta, capisco che non c’è nessuna differenza tra il 31 Dicembre e l’1 Gennaio. Sono sempre due giorni uguali tra loro, solo che uno ha un anno nella data e il secondo ne ha un’altra. Secondo me non bisogna guardare il 2013 come qualcosa di estraneo, ma come una prosecuzione del nostro lungo anno chiamato vita.

Bene, ecco la mia risposta: qual è la vostra? Che pensate del 2012? Cosa sperate che accadrà nel 2013? Fatemelo sapere con un commento.

Intanto, beh, vi saluto, cari lettori, e vi do appuntamento al 2013, sempre qui sul blog vuoto!

Annunci

Arrow andrà in onda in prima serata su italia 1 in primavera!

31 Dic

Bentornati nel blog vuoto. Mi sembrava giusto condividere con voi questa buona notizia su Arrow, una delle serie che qui curo:

Italia 1 non solo ha acquistato Arrow e lo manderà in onda in Primavera ma, udite udite, sembra che la serie sarà trasmessa in PRIMA SERATA! Questa notizia è un bel colpo di scena, visti i maltrattamenti causati dalle reti italiane, soprattutto Mediaset, per i telefilm non crime (Dr House quante volte avrà cambiato orario, giorno e canale?).

 

Un supereroe in prima serata su Italia 1, inoltre, non lo si vede dai tempi della prima stagione di Smallville! Staremo, dunque, a vedere come se la caverà Arrow, sperando che il pubblico sovrano italiano lo veda come l’ottimo telefilm che è!

fonte: Lost in a Flashforward (tra l’altro l’articolo l’ho scritto io!).

Pronti per vedere Arrow in Italia? Io lo sono, e parecchio.

Comunque, questo è l’ultima notizia del 2012, perché il prossimo sarà un articolo sul 2012 e poi tornerò l’anno nuovo, quindi vi ringrazio per aver seguito e letto le mie news, trovandole usando tutte le parole chiave possibili ed immaginabili, e vi do appuntamento al 2013, sempre qui sul blog vuoto!

Link

LOST IN A FLASHFORWARD

31 Dic

LOST IN A FLASHFORWARD

Ecco il sito di serie TV su cui scrivo. In esso curo principalmente Arrow e The Vampire Diaries, ma qui troverete anche notizie su Revenge, Beauty and the Beast, Person of Interest, Hawaii Five-0, The Walking Dead, Fringe e Once Upon a Time, quindi se seguite queste serie sapete dove cercare!

Citazione

“Anche se non p…

31 Dic

“Anche se non passerà per tutti alla storia, ogni giorno merita di essere ricordato”

Pensavo che la frase che molte volte scrivo su questo blog meritasse un articolo a parte, per cui eccola qui.

Consigli per il 2013?

27 Dic

Bentornati nel blog vuoto. Innanzitutto, come state? Come proseguono le vostre vacanze natalizie?

Io vi scrivo perché avrei da chiedervi una cosa: avete consigli per questo blog per l’anno nuovo? Cosa volete che faccia? Avete delle idee per rubriche da affiancare a 3 Serie in 3 Sere? Fatemelo sapere.

Oh, e devo ringraziare Google, che ormai mette i miei articoli anche come primo risultato utile alla ricerca se si usano le parole giuste. Il bello è che non sono neanche su Blogospot, ma su WordPress! Grazie Google!

Ok, ora vado, ma ci sentiamo presto, qui sul blog vuoto! PS: questo è il mio articolo numero 60, yeah!

Buon Natale!

24 Dic

Ci siamo: è la sera del 24 Dicembre. Finalmente il giorno di Natale è alle porte, e volevo approfittarne per farvi gli auguri. Grazie a voi sono riuscito ad affinare le mie abilità di recensore e di blogger, grazie a voi ho così tanta visibilità che spesso Google mette i miei articoli per primi. Grazie grazie grazie per avermi regalato solo gioie quest’anno. E’ a voi che brindo e auguro di passare un Felice Natale.

Serie TV: Arrow

23 Dic

Bentornati nel blog vuoto. Oggi volevo proporvi la recensione di Arrow che ho scritto per Lost in a Flashforward, dato che ho realizzato che non ne ho scritta una in questo blog. Eccola:

SERIE TV: ARROW

Sin dagli albori delle serie TV, la DC Comics è stata quasi sempre presente: basti pensare che una delle più famose serie TV degli anni ’50 era The adventures of Superman. Poi, tra Batman, Shazam e Wonder Woman, la celeberrima casa fumettistica è stata rappresentata per circa un ventennio da Superman, prima con Superboy (1988-1992), quindi con Lois & Clark – Le nuove avventure di Superman (1993-1997), e, infine, con Smallville (2001-2011). Dopo tre serie sull’uomo d’acciaio, però, la DC ha deciso di provare a trasporre un supereroe poco noto ai più: Freccia Verde.

E’ nel 2012, infatti, che ha inizio la produzione di Arrow. La serie tratta di Oliver Queen, milionario e playboy che, dopo essere naufragato su un’isola ed esservi rimasto per cinque anni, torna nella sua città, Starling City, cambiato. Con sé ha, infatti, una lista nera, un elenco di nomi che suo padre gli ha lasciato, per far si che Oliver rimedi ai suoi errori. Per riuscirci, però, Oliver deve diventare qualcos’altro, ragion per cui, mentre di giorno continua ad essere quello che era prima del naufragio, di notte dà la caccia alle persone presenti sulla lista. Per nascondere la sua identità, però, si maschera da moderno Robin Hood, ovvero con un costume verde e munito di arco e frecce.

Questa serie, oltre ad essere figlia di Smallville (nessuno si riferisce mai al vigilante come Freccia Verde, proprio come, in Smallville, rarissime volte si riferiscono a Clark chiamandolo Superman), è anche figlia della trilogia cinematografica di Batman di Christopher Nolan. Già il personaggio in sé ricorda molto la doppia vita di Bruce Wayne (miliardario sciupafemmine di giorno, vigilante di notte), per cui lo stile realistico dei film di Nolan ben si addice alla serie.

Passiamo ai personaggi principali della serie: oltre ad Oliver, interpretato da Stephen Amell (apparso come guest star in serie come Queer as Folk, CSI, Private Practice e The Vampire Diaries), troviamo anche sua sorella Thea (impersonata da Willa Holland, sorella di Marissa in The O.C.), sua madre Moira (Susanna Thompson, apparsa, tra l’altro, in ben tre serie di Star Trek), la sua nuova guardia del corpo John Diggle (David Ramsey, forse noto per i suoi ruoli in Ghost Whisperer e Dexter), il detective Quentin Lance (Paul Blackthorne, non nuovo alle trasposizioni di opere DC avendo prestato la sua voce nel film animato Justice League: Doom), la figlia di quest’ultimo, nonché ex di Oliver, Laurel Lance (Katie Cassidy di Supernatural, Gossip Girl e Melrose Place) ed il suo migliore amico Tommy (Colin Donnell, visto l’anno scorso in Pan Am).

Sugli ultimi due personaggi bisogna spendere un paio di parole, essendo entrambi molto importanti per Freccia Verde nel fumetto. Il nome completo di Laurel, ad esempio, è Dinah Laurel Lance, meglio nota come Black Canary: il colore dei capelli diverso dal fumetto (nella serie è castana quando dovrebbe essere bionda), l’uso del secondo nome invece del primo e il suo (per il momento) non essere ancora apparsa in costume sono un esempio di come si possa rendere realistico un personaggio che non lo è pur mantenendone il suo spirito (Laurel, infatti, è avvocatessa, per cui è comunque dalla parte della giustizia). Il personaggio di Tommy Merlyn, invece, porta subito a un confronto con Smallville: egli, infatti, è, nel fumetto, uo dei nemici principali di Freccia Verde, ma è introdotto nella serie come il suo migliore amico, proprio come, in Smallville, Lex Luthor viene inizialmente presentato come un amico di Clark.

Dinah Laurel Lance e Tommy Merlyn, però, non sono i soli personaggi tratti dal fumetto presenti nella serie: sull’isola in cui Oliver è naufragato, infatti, appaiono Yao Fei, membro dei Grandi Dieci (supergruppo di eroi cinesi), e Deathstroke, mercenario tra i personaggi più importanti dell’universo DC. A Starling City, invece, non solo appare Deadshot, uno degli antagonisti di Batman, ma anche Helena Bertinelli, aka La Cacciatrice, membro delle Birds of Prey, un gruppo di supereroine del quale fa parte, almeno nel fumetto, anche Dinah Laurel Lance.

Passiamo ora a parlare della serie nello specifico. La tecnica narrativa è quella del fumetto, ovvero con l’eroe, Oliver, che narra le sue avventure, mentre i flashback sono esclusivamente suoi ricordi che riaffiorano in maniera naturale. Parallelamente alla trama delle puntate, però, anche i flashback hanno una propria trama, dato che mostrano cosa è effettivamente successo sull’isola. L’atmosfera della serie, inoltre, ben si addice con la scenografia e la fotografia, dato che si passa da ambientazioni scure (il quartier generale di Oliver e i luoghi in cui agisce) a posti monocolori e quindi monotoni (la villa della famiglia Queen, per esempio), fino a giungere alla fotografia grigia dei flashback.

Al momento, della serie sono andate in onda solo le prime sei puntate, ma sono comunque bastate per far diventare Arrow la nuova serie di punta della CW (basti pensare che la puntata con meno ascolti, la quarta, ha fatto registrare comunque 3.05 milioni di spettatori, un risultato che, sul network verde, riesce solo a The Vampire Diaries e neanche sempre). Il successo di pubblico e critica, inoltre, piace alla DC, la quale potrebbe far nascere altre serie sui propri eroi (si vocifera di serie TV su Booster Gold e Wonder Woman). La speranza, però, è che Arrow mantenga il suo stile e non si perda nel vortice della CW, un canale che riesce quasi sempre a rovinare i suoi migliori prodotti.

 

Spero che sia di vostro gradimento: noi, intanto, ci aggiorniamo al prossimo articolo, sempre qui sul blog vuoto!