Archivio | novembre, 2012

3 Serie in 3 Sere: The Vampire Diaries 4×07

30 Nov

Bentornati nel blog vuoto. Eccoci alla fine dell’ultimo 3 Serie in 3 Sere di Novembre. Purtroppo, però, si conclude in maniera orrenda.

Questa 4×07 di TVD infatti è la definizione di CHE PALLE! Se la cercate da qualche parte vedete tutta la puntata! Mamma mia: credo di essermi annoiato di più a vedere una puntata solo quando provai a guardare il primo episodio de Il Mondo di Patty (fu l’unica volta in cui detestai il mio vedere le cose che vanno di moda cercando di capire perché). Alla quarta scena in cui Caroline parla di Elena e Damon (ma dico io, QUATTRO SCENE? Abbiamo capito che a Caroline non piace che Elena provi qualcosa per Damon, ma devi farcelo vedere QUATTRO VOLTE? Cos’è, non avevi una cacchio di idea da mettere nella puntata?), infatti, ho smesso di guardare la puntata: vedrò come è finita leggendolo da qualche parte in una recensione, dispiacendomi per chi l’ha vista tutta.

Se fossi nel capo della CW, io prenderei la Plec, le sbatterei la testa contro il muro a mo’ di Freccia Verde e la obbligherei a trovare un modo per fare una puntata come si deve: come cavolo si può pretendere di competere contro THE BIG BANG THEORY ed X-FACTOR (che ho giustamente scritto in maiuscolo) così? Andiamo: è un riciclo della 1×19 con molte scene che si ripetono, soprattutto quelle con Caroline. Almeno potevano concentrarsi sulle ragazze che partecipavano al concorso. Lo so che non c’entravano un accidenti, ma almeno si vedevano un gruppo di belle ragazze vestite in maniera, beh … buona. Ma poi, DOV’E’ BONNIE? Non solo nella 4×06 sono stati contemporaneamente razzisti e sessisti con lei, ma poi non la fanno neanche apparire? Perché la sceneggiatura deve trattare così di merda quella che salva sempre le chiappe a tutti?

Insomma, fa cagare tutto di questa puntata: i dialoghi, le scene, il montaggio, la sceneggiatura. Forse la regia salva un po’ di cose, ma non basta da sola a tenere alta una puntata. Bah, è meglio se finisco qui la recensione, tanto neanche vorrò finire la puntata. Perdonatemi se questa settimana ho gestito malissimo il 3 Serie in 3 Sere, ma prometto che dalla prossima lo farò come si deve. Appuntamento, quindi, a Dicembre, sempre qui sul blog vuoto!

PS: dimenticavo una cosa. FINALMENTE HAYLEY E’ USCITA! Una volta tanto la si è vista fuori dal soggiorno di casa Lockwood. Comunque il suo personaggio è l’inutilità fatta a persona, ma almeno ha fatto una cosa in più oggi.

Annunci

3 Serie in 3 Sere: Arrow 1×07 – Muse of fire

29 Nov

Bentornati sul blog vuoto. Scusate il ritardo per la recensione: in cambio, la farò breve.

Questa puntata segna l’entrata in scena di Helena Bertinelli, alias la Cacciatrice, che appare per la prima volta uccidendo un uomo e ferendo Moira Queen. Oliver, però, è convinto che ad aver sparato a sua madre sia stato il padre di Helena, il boss mafioso Frank Bertinelli, e indaga su di lui con la scusa di voler chiudere un affare con lui. Tutto, però, cambia quando è costretto ad uscire con Helena …

La puntata è ben fatta e il bello è che il protagonista non è Oliver, ma gli altri: da Moira, in convalescenza, a Tommy, che si ritrova senza fondi a causa di suo padre (la cui identità è stata rivelata), da Thea a Diggle, dal detective Lance a, soprattutto, Helena. Molti elementi del suo personaggio vengono dal fumetto, come la croce, l’odio per motivi personali nei confronti della mafia e il suo rapporto di somiglianza-differenza con il vigilante locale (sebbene, nel fumetto, si tratti di Batman, dato che Helena è di Gotham City). Insomma, una puntata discreta, forse un po’ noiosa nelle scene tra Laurel e Tommy (ma dico io, proprio nella puntata in cui appare la Cacciatrice Laurel deve starsene in casa? Nessun incontro tra le due che rivelano di conoscersi già? Nel fumetto sono due delle Birds of Prey. Anzi, è proprio Helena a far tornare Dinah nel gruppo, ma forse questo è un pre-spoiler che vi ho appena fatto) e tra Oliver ed Helena, che si scoprono molto diversi ma anche simili. La regia dinamica è molto buona, così come il montaggio, fluido e scorrevole.

Scusate se l’articolo è così breve, ma prometto che amplierò la recensione di questa puntata con altri articoli. Per il momento, vi saluto, dandovi appuntamento con l’articolo su The Vampire Diaries, sempre qui sul blog vuoto!

3 Serie in 3 Sere: New Girl 2×09-Eggs

28 Nov

Bentornati nel blog vuoto. Prima di parlare della 2×09 di New Girl, devo sottolineare un errore: la 2×08 l’ho, infatti, erroneamente intitolata Thanksgiving 2. In realtà, il titolo è Parents. Detto questo, passiamo alla puntata:

SPOILER ALERT

Il titolo, uova, sta ad indicare l’ovulo, dato che il tema centrale della puntata, almeno per Jess e Cece, è la fertilità. L’amica ginecologa di Jess (già apparsa nella prima stagione), infatti, dice a lei e Cece che, generalmente, le donne a 30 anni perdono il 90% dei loro ovuli. Questo fa allarmare Jess, mentre Cece non si preoccupa. Schmidt, Winston e Nick si trovano, invece, si tre piani diversi: se Winston è felice del suo lavoro come speaker radiofonico notturno, Schmidt e Nick devono fare i conti con la caratteristica primaria di loro stessi.

Passiamo velocemente a parlare dei personaggi:

SCHMIDT: Mai come ora Schmidt è il nuovo Barney Stinson. Già in How I met your mother, infatti, si tratta di quando il playboy di turno, ovvero Barney, non riesce a soddisfare una donna. In questo caso, però, ciò viene usato per far realizzare a Schmidt una cosa: se a letto con Cece era una bomba era perché ne era innamorato. Buona la sua interpretazione, esilarante fin dalle prime battute.

WINSTON: Winston si presenta come quello più di successo dei tre. Non ha, infatti, alcun problema, finora, e si gode il suo lavoro, sebbene lo tenga sveglio di notte, ragione per cui ha un programma di dormite ben organizzato. Winston, inoltre, si dimostra un buon amico per Nick, spronandolo nel tentativo di fargli finire il suo libro sugli zombie al punto da non dire niente quando Nick lo porta con sé allo zoo sebbene non abbia dormito.

NICK: Che c’è da dire su Nick Miller? Il veloce flashback in cui, pur di non scrivere il suo libro, distrugge il computer non solo rispecchia la sua puntata, ma anche il suo personaggio. Una volta tanto, però, Nick sembra deciso a cambiare qualcosa, finendo per la prima volta una qualsiasi cosa, in questo caso il libro, pur scrivendolo così velocemente da sbagliare molte parole. Quel libro, però, è significativo per Nick, un segno che sta cambiando.

CECE: Cece dimostra ancora una volta come sia una modella diversa dalle solite. In questo caso, si parla di ovuli e fecondazione: Cece inizia la puntata convinta di non volere figli al momento, ma poi scopre che deve darsi una mossa, o non sarà mai madre. Tenera è la scena in cui chiama il suo fidanzato e gli chiede se vuole avere figli, ma è dispiaciuta quando lui dice di volerne tra dieci anni. Anche Cece sta evolvendosi come personaggio.

JESS: Jess passa tutta la puntata a pensare ai suoi ovuli, essendo in ansia per il test di fertilità. Scopre di essere circondata da buoni amici, soprattutto quando i suoi coinquilini, forse per scherzo, dicono che la ingraviderebbero volentieri se servisse. Jess, d’altro canto, non è da meno, dato che aiuta Cece a essere su di morale quando scopre il suo risultato. Buona puntata: ottimo direi, è Jessica Day.

Questa è stata una delle puntate più esilaranti della serie, oltre che ad essere stata ottima nel trattare di un argomento poco visto nelle serie TV. Anche questa, quindi, rientra tra le puntate che andrebbero viste anche da chi non segue New Girl, e stanno diventando parecchie!

Bene, il recap finisce qui, vi do appuntamento per domani, quando il Vigilante tornerà dalla pausa della CW.

Ecco le ultime recensioni del 3 Serie in 3 Sere:

 

NEW GIRL 2X08 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/21/3-serie-in-3-sere-new-girl-2×08-thanksgiving-2/

ARROW 1X06 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/15/3-serie-in-3-sere-arrow-1×06-legacies/
Appuntamento, infine, a domani, sempre qui, sul blog vuoto!

Flash news: nato a Cambridge centro che studia minacce robot

27 Nov

Bentornati nel blog vuoto. Oggi avevo voglia di condividere con voi questa flash new:

Alcuni docenti dell’università di Cambridge hanno fondato il Centre for the Study of Existential Risk, ovvero un centro per lo studio dei rischi che possono arrivare dai robot. Si, perché Skynet è giunto da noi, quindi attenti se avete davanti a voi Schwarzenegger nudo … ovviamente scherzo (tranne sulla parte di Schwarzenegger, perché non sarebbe piacevole comunque), ma ho pensato subito a Terminator quando ho letto questa notizia: se si studiano i rischi che possono causare le macchine, vuol dire che i robot potrebbero davvero diventare come quelli ideati da James Cameron?

Comunque, è riduttivo dire che questo centro studia i robot: esso, infatti, analizza ogni possibile scenario apocalittico per l’umanità (non hanno niente da fare a Cambridge, eh?), in particolare la guerra nucleare e i rischi derivati dalla biotecnologia. Insomma, se volete saperne di più su come potrebbe ridursi il mondo in una maniera da film di fantascienza, rivolgetevi a loro. Ma sempre facendovi una grattata.

Comunque, ora devo salutarvi: ci rivediamo domani, con il 3 Serie in 3 Sere, dato che ci saranno tutte e tre. Appuntamento, dunque, a domani, sempre qui sul blog vuoto!

3 Serie in 3 Sere: New Girl 2×08 – Thanksgiving 2

21 Nov

Bentornati nel blog vuoto. Questa settimana, ahimè, il 3 Serie in 3 Sere inizia e finisce con New Girl: le reti della CW, infatti, si sono prese un settimana di ferie per il Ringraziamento. New Girl, invece, non solo è andato in onda, ma ha deciso di celebrare tale festività dedicandole una puntata, ossia Thanksgiving 2.

La trama sembra apparentemente semplice: è il giorno del Ringraziamento, e Jess e Schmidt riceveranno delle visite. Ma, mentre Schmidt incontrerà suo cugino, suo terrore quando era bambino, Jess incontrerà i suoi genitori.

SPOILER ALERT: da qui iniziano gli spoiler, siete avvisati!

Fin qui nulla di strano, se non fosse che i genitori di Jess sono divorziati da anni, tant’è che, inizialmente, Jess vuole provare a far stare sua madre la mattina e suo padre il pomeriggio. Entrambi, però, si presentano alla stessa ora, per cui Jess, aiutata da Nick e Cece, cercherà di farli tornare insieme, utilizzando la sua trappola per genitori (sul riferimento cinematografico torno dopo). Schmidt, intanto, gareggia con suo cugino, confrontandosi su chi è più uomo tra i due, e quindi degno di essere chiamato Schmidt, il tutto sotto l’occhio vigile di un Winston divertito.

Jamie Lee Curtis e Rob Reiner: due grandi volti per i ruoli dei genitori di Jess. Inutile dire come queste due star riescano a primeggiare sulla scena e a interpretare con naturalezza i ruoli (se la madre di Jess l’avesse interpretata Mary Jo Deschanel l’effetto sarebbe stato lo stesso, in pratica), giustificando il carattere di Jess: l’entrata in scena della madre, infatti, richiama molto la primissima Jess, quella della 1×01, mentre il padre sembra la Jess attuale (è difficile spiegarlo a parole: è come se vi spiegassi perché a volte sembro mia madre e a volte mio padre). Viene più volte menzionato il film Trappola per genitori (questa è la traduzione letterale dell’originale, con il quale è uscito il remake del 1998 con una Lindsay Lohan lontana dalla superzoccola tossica di adesso, ma il film è del 1961), ma il riferimento è limitato al titolo (sebbene in una scena si menzioni come non ci sia nulla di simile al film, in primis le due gemelle, tema centrale della pellicola): la trappola, infatti, consiste in una scusa che Jess usa per far stare insieme i suoi, nella speranza che tornino ad essere una coppia. Ovviamente, Jess non si lascia scappare l’idea di far ingelosire suo padre utilizzando Nick (il quale sembra veramente provare qualcosa per sua madre) e sembra quasi riuscire nel suo piano, dato che i suoi si chiudono in bagno e si baciano …

Nel frattempo, Schmidt è in gara con suo cugino per stabilire chi è più mascolino tra i due. Winston fa da giudice, ma la gara sembra essere alla pari, tant’è che Schmidt decide di passare al secondo round, sperimentando la nuova mascolinità, ovvero il saper cucinare. Poiché anche lì i due sono pari, decidono un’ultima prova: baciare Winston …

Per continuare con il recap devo dividere il commento in base ai personaggi:

WINSTON: Con la scusa di arbitrare la gara fra i due Schmidt, Winston passa il Ringraziamento tra le risate, l’ideale dopo quello che ha passato nella puntata precedente. E’ divertente come il suo solo pensiero vada al cibo nella scena in cui tutti sono a tavola (effettivamente ha digiunato tutto il giorno), ma dà il meglio di sé nell’ultima scena, quando Schmidt e suo cugino provano a baciarlo, sebbene lo faccia solo il secondo. Come al solito, a Winston bastano e avanzano le poche scene che ha.

CECE: Cece è la migliore amica di Jess, e questo è il suo ruolo nel corso della puntata. In quanto migliore amica, infatti, è lei che cerca di far ritornare Jess con i piedi per terra quando lei spera che i suoi si rimettano insieme. Carine le parentesi fra lei e la mamma di Jess, da cui si presume che non sia vista di buon occhio (prima la si vede rimproverata per aver ribaltato il suo furgone, poi, quando rivela che era lì perché Jess era fatta, viene accusata di averle dato le droghe). Quando, poi, il cugino di Schmidt bacia Winston, Cece somiglia molto proprio al suo ex nella 2×07, quando Winston credeva di avere il ciclo, ed è carino come ci siano parallelismi tra i due.

SCHMIDT: Schmidt torna ragazzino in questa puntata, nel senso che cerca di togliersi qualche sassolino dalla scarpa dimostrando a suo cugino di essere migliore. Si evidenzia molto come sembri lo Scmidt di inizio serie, il che è solo ottimo, nel senso che è davvero entrato nel suo passato. Interessante è la frase che dice al cugino sul nuovo concetto di maschilismo, dato che un uomo vero non è più chi è più forte o più resistente degli altri, ma chi sa anche gestire la casa e sa cucinare, probabilmente una delle sue scene migliori. Pollice in su per Schmidt.

NICK: Nick è lo spaesato della puntata. Tra Schmidt e Jess in lotta con il loro passato, infatti, Nick non sa come comportarsi, per cui finisce che non sa come comportarsi con la madre di Jess, sentendosi anche attratto da lei. Per il resto, Nick si vede poco, ma dopo tante puntate con lui al centro è normale che sia dato più spazio agli altri. Staremo a vedere cosa combinerà, soprattutto quando entrerà in scena Olivia Munn.

JESS: Jess è qui promossa a pieni voti. Da quando programma il ringraziamento a quando saluta i suoi, infatti, la sua puntata è stata esemplare. Si nota come cerchi di allontanare dalla sua mente il fatto che i suoi sono divorziati con l’illusione di poter sistemare tutto, anche adesso che ha trent’anni, e quindi dovrebbe avere la maturità giusta per capire che questo non accadrà. E’ simbolica la scena in cui, dopo che i suoi le ripetono che non torneranno insieme, va a gettare il tacchino, come a dire che non ha niente di cui essere grata. Una delle migliori puntate anche per la nostra Jess.

Thanksgiving 2 entra di diritto tra le puntate migliori della serie, confermando l’ottimo andamento della seconda stagione. Oltre alla famiglia, si tratta anche di tematiche come il confronto, il riscatto e l’illusione (rappresentati al meglio da Schmidt e Jess), mentre l’amicizia fa da contorno (qui Winston, Nick e Cece).

Con New Girl l’appuntamento è alla prossima puntata (ma va?), con cui tornerà anche il 3 Serie in 3 Sere. Ecco le recensioni più recenti del blocco:

NEW GIRL 2X07 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/14/3-serie-in-3-sere-new-girl-2×07-menzies/

ARROW 1X06 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/15/3-serie-in-3-sere-arrow-1×06-legacies/
Noi, invece, ci sentiremo in settimana, sempre qui, sul blog vuoto!

3 Serie in 3 Sere: The Vampire Diaries 4×06 – We all go a little mad sometimes

16 Nov

Bentornati nel blog vuoto. Oggi, il 3 Serie in 3 Sere si chiude sorprendentemente bene. La puntata di TVD, infatti, è stata abbastanza decente, di gran lunga migliore di quanto ci si aspettava dopo le orripilanti 4×04 e 4×05.

Il titolo, che sembra una frase di Joker, è in realtà un riferimento a Scream, saga cinematografica creata, tra gli altri, dallo stesso Kevin Williamson che sta dietro questa serie. Il tema principale di essa sono le allucinazioni di Elena, la quale non riesce più ad essere in sé dopo avere ucciso Connor, per cui non solo vede lui, ma anche Katherine e sua madre. Queste allucinazioni le fanno realizzare una cosa: che tutti quelli che sono morti da quando è a conoscenza del mondo soprannaturale sono morti per colpa sua. Anzi, anche i suoi genitori lo sono, per questo è spinta a suicidarsi per non far soffrire più nessuno.

C’è un motivo se non ho menzionato il resto della puntata, dal mito di Silas alle scene tra Hayley, Caroline, Tyler e Klaus passando per Jeremy: questa puntata è, infatti, riuscita a dare una netta divisione tra la trama principale e quella secondaria. Ed è un’ottima cosa avere una sottotrama, visto che neanche in La sesso sesso di una sesso sesso (chi vede Secret Life capisce la battuta) pensano cose così idiote come la trama principale di questa stagione. La puntata, però, ha avuto molti punti negativi: da Elena che, dopo aver pugnalato Jeremy, si mette a osservarlo invece di nutrirlo col suo sangue (ma è per le sue orribili reazioni umane che è la nostra Banana preferita), passando per April, la quale deve semplicemente ripetere le battute della 4×05 più una (va bene inserire una ragazza con due begli occhioni azzurri, ma rendila utile), finendo con Hayley. Beh, per lei devo spendere due parole, perché non ho mai visto un personaggio messo così a caso in una serie TV: in tre puntate in cui è apparsa, ogni volta non si è mai mossa dalle stesse due camere della casa di Tyler. Non le fanno neanche dire perché è lì, dato che è l’ibrido di turno a parlare per lei. Ok, è Phoebe Tonkin, quindi porta con sé il suo fanbase, ma almeno fatele fare qualcosa!
Soggettivamente, questa puntata non mi è piaciuta, quindi scusate se sembro negativo in questa recensione.
Okay, ora passiamo a commentare i personaggi:
STEFAN SALVATORE: Per la quarta volta consecutiva, la sesta puntata rappresenta la rottura tra Stefan ed Elena. Stavolta, però, la rottura è stata più matura, è dettata dall’evidenza dei fatti. Stefan si dimostra ancora una volta maturo e responsabile nelle sue scelte, sebbene non lasci troppo il segno in questa puntata.
DAMON SALVATORE: E’ la prima volta che Damon non mi dice nulla dal punto di vista recitativo. Voglio dire, oltre al suo sguardo da cane bastonato, in questa puntata non ha trasmesso molto bene le sue emozioni. Il che è paradossale, visto che questa è la puntata che spiana la strada al Delena.
CAROLINE FORBES: Attraente quando deve convincere Klaus, brava a mentire quando deve coprire Hayley, Caroline sembra la classica donna che ne sa una più del diavolo. Peccato che le sue scene sembrano quelle di una soap opera, ma almeno si sta riprendendo.
BONNIE BENNETT: Sono riusciti ad essere sia sessisti che razzisti con lei! Le hanno fatto capire che non serve a un’h se non ha i poteri e che deve fare solo ciò che le dicono. Lo dicevo io che TVD sembra quasi la serie TV più sessista e masochista delle reti reti americane.
JEREMY GILBERT: Soltanto una cosa. Quando Jeremy uccide l’ibrido, la sua espressione è quella di un boia che cerca di non pensare a cosa sta facendo. Solo per questo, merita una stretta di mano. Per il resto, la speranza è che il suo essere diventato un cacciatore lo renda più utile.
MATT DONOVAN: Matt è sempre più marginalizzato. Credo che, dopo quattro stagioni, ci abbia fatto l’abitudine, ma non è una bella cosa avere un personaggio senza scopo per più di settanta puntate.
KLAUS MIKAELSON: L’espressività è ok e la recitazione pure. Peccato che non abbiano mostrato la spada e il suo ritorno in Italia, dato che in questa puntata è stato un tantino sprecato.
TYLER LOCKWOOD: Come Caroline, Tyler serve solo per scene da soap. Come Hayley, non si muove da casa sua. E’ davvero diventato così inutile?
ELENA GILBERT: Le sue allucinazioni, il suo desiderio di morire, il suo attaccamento a tutti. Insomma, Elena è riuscita a tenere in piedi da sola la puntata, cosa strana per lei. Bella la scena in cui vede sua madre.
TVD vi dà appuntamento a fine mese, dato che ci sarà la prima pausa della stagione. Il 3 Serie in 3 Sere, invece, tornerà Mercoledì, anche se la prossima settimana ci sarà solo New Girl.
RECENSIONI PRECEDENTI:
NEW GIRL 2X07 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/14/3-serie-in-3-sere-new-girl-2×07-menzies/
ARROW 1X06 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/15/3-serie-in-3-sere-arrow-1×06-legacies/
Al prossimo articolo, qui sul blog vuoto.

3 Serie in 3 Sere: Arrow 1×06 – Legacies

15 Nov

Bentornati nel blog vuoto. La puntata di Arrow di questa settimana è l’ultima prima della prima pausa di questa stagione (Arrow è nuova, quindi deve abituarsi alle lunghissime pause della CW).

SPOILER ALERT

Il titolo è al plurale ma riguarda un uomo solo: il padre di Oliver. In questa puntata, infatti, per la prima volta vediamo Oliver alle prese con degli errori commessi in prima persona dal suo genitore. Il ruolo di villain of the week è, infatti, impersonato da una famiglia che si dà a rapine in banca da cinque anni, ossia da quando il capofamiglia è stato licenziato dalle industrie siderurgiche della famiglia Queen.

I flashback, questa volta, servono per mostrare come Oliver sia riuscito ad ottenere la sua lista: se ricordate, infatti, il libretto che suo padre gli ha dato era bianco quando è naufragato. Ebbene, gli è bastato bruciacchiare le pagine e, come se fosse un oggetto proveniente da Hogwarts, sono apparsi i nomi.

Mentre, però, Oliver cerca di fermare la famiglia di rapinatori, Tommy ci prova con Laurel su consiglio di Thea (il classico cliché della ragazza che aiuta un amico a provarci con un’altra ragazza, pensando però di essere lei quell’altra ragazza di cui lui parla). Degno di nota il momento in cui è menzionata Coast City, la città di Lanterna Verde: se esiste il posto in cui vive, forse esiste anche lui nell’universo di Arrow (nerdgasmo).

L’assistente di Laurel viene per la prima volta vista fuori dallo studio, ma continua a non rivelare la sua utilità, mentre la madre serve solo per un paio di chiacchierate con Oliver, il quale deve andarsene sempre sul più bello.

In questi quattro punti è sintetizzata tutta la puntata. Questa 1×06, però, fallisce nel rappresentare la svolta della serie (dovrebbe rappresentare il momento in cui Oliver capisce che deve aiutare Starling City andando oltre la lista nera del padre), rivelandosi una puntata troppo CW-esca: dall’allenamento a torso nudo con Diggle a un possibile triangolo (non ho capito se sarà Thea-Tommy-Laurel o Tommy-Laurel-Quel dottore amico di lunga data di Oliver e Tommy), questa 1×06 sembra troppo condizionata dalla sua rete di appartenenza. Questo rappresenta un campanello d’allarme per la serie, e il fatto che suoni già alla 1×06 è preoccupante.

Ma non diamoci troppo peso: la fortuna ha voluto che la pausa per il Ringraziamento sia giunta proprio subito dopo quella che, finora, è stata la puntata peggiore della serie. Tra due settimane, quindi, dovrebbe esserci un bel rialzamento, aiutato dalla guest star: pare, infatti, che ci sarà la Cacciatrice, un personaggio che la nostra Dinah Laurel Lance conosce molto bene nel fumetto.

Il 3 Serie in 3 Sere torna domani, passando per Mystic Falls: riuscirà TVD a riprendersi dopo due orrende puntate consecutive? Lo scopriremo nel prossimo num… che dico, sempre qui, sul blog vuoto!

Altre recensioni del blocco:

NEW GIRL 2X07 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/14/3-serie-in-3-sere-new-girl-2×07-menzies/

ARROW 1X05 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/08/3-serie-in-3-sere-arrow-1×05-an-innocent-man/

THE VAMPIRE DIARIES 4X05https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/11/09/3-serie-in-3-sere-the-vampire-diaries-4×05/

A domani!