Archivio | ottobre, 2012

3 Serie in 3 Sere: New Girl 2×06 – Halloween

31 Ott

Ed eccoci qui con il nostro 3 Serie in 3 Sere, che cade questa settimana a ridosso del periodo di Halloween e Ognissanti. Non a caso, quindi, partiamo con la recensione della 2×06 di New Girl, intitolata appunto Halloween.

SPOILER ALERT: ora vi dirò che faccio spoiler, ma vi consiglio di vedere la puntata, soprattutto se, in questo periodo, siete nel mezzo di una relazione amorosa o roba simile.

E’ Halloween e i nostri decidono di passarla nello stesso posto, ma per diversi motivi: Jess lavora alla casa degli orrori nel ruolo di uno zombie, Winston dovrà vestirsi sexy con Shelby, Nick ci porta Amelia, una ragazza che gli piaceva al tempo del college e che è a LA per due giorni, e Schmidt, vestito da Abraham Lincoln, cerca di mettere i bastoni tra le ruote di Cece e il suo ragazzo. La festa di Halloween, però, si rivela un espediente per trattare le situazioni amorose dei quattro coinquilini.

Jess, infatti, vuole capire se Sam ricambia il suo tenerci a lui, perciò vuole conoscerlo meglio: scopre che è un pediatra, il che la intenerisce, e lo invita alla festa, dicendo a se stessa che, se verrà in costume, ci terrà a lei. Sam, quindi, viene vestito da clown (in realtà ha solo il naso rosso, ma sono dettagli), il che fa sorridere Jess. Purtroppo per lei, però, Sam non prova nient’altro che un’attrazione fisica.

Schmidt, invece, non riesce a nascondere il suo essersi pentito di aver mollato Cece, per cui cerca di intromettersi nella relazione tra lei e il suo ragazzo. Dopo una conversazione con quest’ultimo (e qualche testata andata a vuoto), Schmidt capisce, però, che deve lasciar stare Cece, simboleggiando ciò spogliandosi davanti a lei per dare il costume al suo compagno per farli sembrare vestiti da marito e moglie.

Nick, nel frattempo, è con Amelia, una ragazza che gli piaceva al tempo del college (o meglio, gli piaceva l’idea di lei – un pensiero strano, ma stiamo comunque parlando di Nick Miller). Stando con lei, si chiede come sia possibile che non riesce ancora ad essere sincero con lei, sebbene si trovi bene in sua compagnia (tranne quando si baciano). Da buon Nick (dovrei mettere la d al posto della n), però, rovina tutto, lasciandola andare. Come se non bastasse, la sua paura delle case degli orrori lo porta a tirare un cazzotto in faccia a Jess (e l’asshead è sempre Schmidt?)

Winston giunge alla festa vestito da poliziotto, e si aspetta di trovare una Shelby vestita sexy. La sua ragazza, invece, si veste da gioco di parole: una regina piena di cani di peluche addosso (il gioco di parole sta in reigning cats and dogs, con la prima parola pronunciata come raining, gioco di parole così intraducibile che voglio vedere come lo traducono). La cosa fa innervosire Winston, che le chiede apertamente perché non fanno mai sesso. I due, però, litigano, e Winston torna a casa con Schmidt (in questa scena, i due rappresentano l’esatto opposto l’uno dell’altro).

E’, quindi, l’amore al centro della puntata, ma in quattro sfaccettature diverse: ognuno di loro, infatti, rappresenta l’amore non corrisposto (Jess), l’amore che non sboccia (Nick), l’amore che non va mai via (Schmidt) e l’amore che si sta perdendo (Winston). Sembra strano che sia stata utilizzata la puntata di Halloween (sembra una tematica più da San Valentino), ma si sa che New Girl è una serie che usa varie tematiche per parlare di altre. E’ evidentissimo il paragone con The Big Bang Theory qui (parlo della puntata in cui i protagonisti si mascherano per Capodanno. Guardate il ragazzo di Penny e dite se non sembra quello di Cece sotto certi versi), ma sono della giusta dose. Il flashback di Nick, almeno secondo me, lo avvicina ancora di più a chi si rispecchia in lui, al punto tale da criticarlo per le sue azioni.

La puntata è nello stile della serie ed è godibile, da guardare anche se di New Girl non si è mai visto nessun episodio. Ora, però, i nostri coinquilini torneranno tra due settimane, quando ci si sposterà da Halloween al Ringraziamento. Noi, invece, torniamo domani, spostandoci a Starling City …

Con New Girl l’appuntamento è tra due settimane (si, si prende un’altra settimana di pausa), mentre il 3 Serie in 3 Sere vi saluta a domani.

Ecco le recensioni della scorsa settimana, per chi se le fosse perse:

NEW GIRL 2X05 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/24/3-serie-in-3-sere-new-girl-2×05-models/

ARROW 1X03 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/25/3-serie-in-3-sere-arrow-1×03-lone-gunmen/

THE VAMPIRE DIARIES 4X03 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/26/3-serie-in-3-sere-the-vampire-diaries-4×03-the-rager/

Essendo questo il mio ultimo articolo di Ottobre, vi ringrazio ancora per le continue visite! Spero che continuiate a seguirmi anche a Novembre, mentre vi ricordo che, proprio dal mese prossimo, il blog vuoto si sdoppierà: partirà, infatti, IL BLOG VUOTO – SERIE TV, un blog dove parlerò delle serie TV a 360 gradi (storia, termini, tropes e quant’altro). Al prossimo articolo, quindi, sempre qui sul blog vuoto!

Annunci

Oltre tema: Halloween, New York e il Pollino

31 Ott

Bentornati nel blog vuoto. Oggi, prima di passare al 3 Serie in 3 Sere, volevo scrivervi riguardo a un paio di argomenti.

Il primo ha a che fare con due catastrofi naturali: il sisma nel Pollino e l’uragano Sandy. Direte voi: cosa c’entra il Pollino con la costa orientale degli Stati Uniti? Beh, il fatto è questo: in Italia, apparentemente, è più importante gettare l’occhio su cosa sta accadendo a New York che in Calabria. Rispetto chi sta passando l’inferno dopo il passaggio dell’uragano più potente dal 2003 ad oggi e gli sono vicino, ma non posso tollerare di leggere tante righe di commozione sulla catastrofe che ha colpito New York e nulla sul Pollino. Per cui, le dico io:

Io ho visitato il Pollino soltanto una volta, quando ero bambino (non ricordo se a 8 o a 9 anni, ma sicuramente ero nei primi anni delle elementari), in gita con la scuola. Quel posto mi sembrò molto bello e rilassante. Da allora, però, non ci sono più tornato, ma ricordo che l’esperienza di quella gita mi piacque. Perciò, mi dispiace che un bel posto come il Pollino debba subire una tale sciagura. Spero che si rimetta presto. Io, purtroppo, più che divulgare la notizia su internet non posso fare nulla, ma spero che ci sia chi sia vicino alle persone di quel posto e le aiuti.

Ora, però, cambiamo argomento: è il 31 Ottobre, giorno noto nei paesi anglofoni come Halloween. Molti di voi saranno sicuramente fuori, magari ad accompagnare i fratellini a fare i loro dolcetto o scherzetto (se non siete voi stessi a farli). Quindi, beh, buon Halloween, anche se da noi non vale niente come festa. Noi ci sentiamo più tardi, con il nostro 3 Serie in 3 Sere, qui, sul blog vuoto.

3 Serie in 3 Sere: The Vampire Diaries 4×03 – The Rager

26 Ott

Bentornati nel blog vuoto! Il 3 Serie in 3 Sere giunge al suo solito culmine del Venerdì con la serie più vampiresca della CW: The Vampire Diaries. Il titolo della 4×03 è The Rager, e questa è la trama:

Dopo che Tyler è stato attaccato in chiesa, Klaus decide di proteggerlo inviando altri ibridi per fargli da guardia del corpo. Tra di loro, c’è anche una lupa, Hayley, che Tyler sembra conoscere molto bene. Nel frattempo, Elena deve fare i conti con l’andare a scuola con Rebekah, mentre Connor vuole addestrare Jeremy, dato che è un potenziale cacciatore di vampiri. Damon, nel frattempo, decide di combattere contro Connor e scoprire cosa significa che una guerra è in arrivo.

Poche sono le cose da commentare senza tenere conto dei personaggi, come la scena della moto con Stefan ed Elena (con lei che si mette in piedi su di una moto che va ad alta velocità e né fa per perdere l’equilibrio né gli si spiattellano dei moscerini sui denti), che ho trovato strana, e le scene tra Connor e Jeremy, che hanno riportato alla mia mente il film Buffy l’Ammazza Vampiri del 1992 (si, la serie è tratta da quel film). Il resto va analizzato separatamente, in base a chi era presente nella scena.

Perciò, ecco il commento ai personaggi:

ELENA GILBERT: Elena sta diventando sempre di più l’ipocrisia fatta a persona. Adoro come lei, che criticava il modo di essere di certi vampiri, non ci pensi due volte prima di tentare di uccidere Rebekah o di prosciugare Matt. Il suo personaggio si sta evolvendo in qualcosa di meglio della banana che è stata in tre stagioni, e le allucinazioni su Damon che ha avuto lasciano intendere qualcosa …

STEFAN SALVATORE: Stefan è stato il personaggio meno utile in questa puntata. Voglio dire: se si esclude la scena in cui evita che Elena tenti di uccidere Rebekah, quali sue scene sono state utili alla trama? Ormai Stefan sembra essere utile solo a fare scene smielate con Elena, come quella di loro due in moto.

DAMON SALVATORE: Damon mi ha dato l’impressione di un detective determinato a risolvere il suo caso a tutti i costi. Infatti, non esita due volte prima di entrare nel camper di Connor senza prima pensare che potrebbe esserci una trappola. Nelle altre scene è sempre il solito, soprattutto quando è con Elena.

TYLER LOCKWOOD: Dopo avere impersonato Klaus nella 4×01 ed essere diventato un colabrodo nella 4×02, Tyler impersona un altro tipo di se stesso. Infatti, viene finalmente menzionato il periodo in cui si è ritirato sugli Appalachi, grazie all’apparizione di Hayley.

CAROLINE FORBES: Una volta tanto, Caroline appare in una puntata senza spogliarsi. Il suo ruolo, qui, è stato quello del personaggio di controllo, sebbene mostri quanto ci tenga a Stefan e ad Elena e non ci pensi due volte prima di chiedere a Stefan se ha bisogno di una mano.

BONNIE BENNETT: Bonnie non è apparsa, ed è stato giusto così. Credo, infatti, che non si sia ancora ripresa da quello che le è accaduto nella 4×01, per cui trovo credibile che se ne sia stata a casa da sola tutto il tempo.

MATT DONOVAN: Matt sta diventando sempre più utile. Qui, non solo lascia che Elena si nutra di lui, ma dimostra anche a Rebekah come non si scherzi con lui (prendete lo sguardo che le fa, molto ho ucciso tuo fratello e potrei fare lo stesso anche con te).

MEREDITH FELL: Meredith appare solo in due scene, e solo con Damon. Nella prima, lo libera dalla trappola di Connor, mentre nella seconda discute con lui sul loro piano per contrastare l’ammazza vampiri. Due scene che, però, sono state ben impostate, e rendono la puntata della dottoressa discreta.

KLAUS MIKAELSON: La puntata di Klaus è stata eccellente! Prima sembra lo Spike delle ultime stagioni di Buffy, poi sembra il solito Klaus, quindi fa capire, nel finale, che ha preparato un nuovo piano. Il suo accento, poi, aiuta molto a non far stonare la sua interpretazione.

REBEKAH MIKAELSON: Rebekah ha un’unica evoluzione nella stessa puntata. Da bastardaggine pura, infatti, passa ad essere una ragazza che non è mai cresciuta e vuole rimediare. Strana è la scena in cui parla con Matt alla festa che ha organizzato: chissà quale era il senso di tale scena.

ELIJAH MIKAELSON: Elijah non c’era. Non è ancora apparso questa stagione, il che mi fa sorgere una domanda: perché diavolo è diventato un personaggio principale se in 3 puntate su 3 non appare?

JEREMY GILBERT: Jeremy è un Gilbert, quindi il suo destino è essere un cacciatore di vampiri. Non stupisce, quindi, che si riveli essere un cacciatore potenziale, motivo per cui vede il marchio di Connor. Da Melinda Gordon a Buffy Summers: Jeremy Gilbert sta pian piano emulando tutte le eroine delle serie TV soprannaturali più recenti.

GLI ALTRI: Connor sembra più un personaggio alla Giles che un cacciatore. Infatti, non ci pensa duwe volte prima di invitare Jeremy ad addestrarsi con lui, mentre ha dei documenti e delle informazioni che mostrano come la sua ricerca sia molto meticolosa. Ha di certo un gran potenziale. April, invece, si sta rivelando un buon contorno, anche se potrebbe essere sfruttata meglio. Quanto a Hayley, la nuova arrivata, la speranza è che non si riveli un personaggio osceno. L’interpretazione di Phoebe Tonkin (con quel suo accento australiano che le dà l’aria da maschiaccio) suggerisce che potrebbe essere un personaggio tosto. Staremo a vedere.

3 Serie in 3 Sere vi saluta alla prossima settimana, che si intersecherà con il periodo di Halloween e di Ognissanti. Prima di dirvi ciao, però, eccovi i link delle ultime recensioni del blocco:

NEW GIRL 2X05 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/24/3-serie-in-3-sere-new-girl-2×05-models/

ARROW 1X03 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/25/3-serie-in-3-sere-arrow-1×03-lone-gunmen/

THE VAMPIRE DIARIES 4X02 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/19/3-serie-in-3-sere-the-vampire-diaries-4×02-memorial/

Come avrete potuto notare, quest’oggi mi sono trattenuto rispetto alla 4×02. Il motivo è che non so se sia meglio una recensione dettagliata come quella scorsa o una recensione sintetica come questa, per cui vi chiedo: come preferite queste recensioni? Volete che io vi dica tutto, compreso (quasi) ogni vestito che indossano i personaggi, o volete che lasci tutto al mistero, in modo che voi possiate vedere la puntata senza troppi spoiler? Attendo risposte in un commento qua sotto, mentre vi do appuntamento al prossimo articolo, qui sul blog vuoto!

3 Serie in 3 Sere: Arrow 1×03 – Lone Gunmen

25 Ott

Bentornati nel blog vuoto. Per il 3 Serie in 3 Sere, oggi recensirò per voi la 1×03 di Arrow, dal titolo Lone Gunmen.

Oliver Queen è, come al solito, alla ricerca degli uomini inseriti nella lista nera del libretto di suo padre. Mentre è da uno di loro, però, viene raggiunto da un proiettile velenoso. L’uomo viene ucciso e Oliver scopre che quello dell’uccidere con proiettili pieni di un veleno raro è il modus operandi di un killer conosciuto come Deadshot. Nel frattempo, Oliver decide di mascherare il suo covo da night club per giustificare il suo essere sempre lì. Con un piccolo aiuto della mafia russa, Oliver scopre che il vero nome di Deadshot è Floyd Lawton e scopre anche dove può trovarlo, ma Lawton scappa, lasciando, però, il suo computer nelle mani di Oliver, che scopre il prossimo obiettivo di Deadshot: sarà qualcosa che Freccia Verde non potrà affrontare da solo.

Tralasciando la scena in cui Oliver si finge membro della mafia russa (credo che l’organizzazione criminale russa sia in grado di riconoscere un milionario così importante come lui), questa puntata resta sulla stessa riga delle altre, seguendo lo stile del fumetto dal vivo che si sono prefissati con il pilota. In questa puntata, oltre alla trama principale, si può anche vedere il rapporto della famiglia (la guardia del corpo di Oliver e sua cognata, il detective Lance e Laurel, e, soprattutto, la madre e la sorella di Oliver). Eccellente la scelta di Deadshot come antagonista della settimana, essendo già apparso in Smallville e, quindi, più riconoscibile al pubblico della CW (ha, inoltre, la giusta dose di inquietudine la scena in cui si mostra come Deadshot si tatui i nomi delle sue vittime su tutto il corpo), il che ha la stessa utilità della maschera di Deathstroke nel primo minuto della serie: mostrare come l’universo di Arrow non comprenda solo Starling City (Deadshot è, in realtà, un antagonista di Batman). Viene anche analizzato meglio il triangolo Oliver-Laurel-Tommy, con Oliver che sembra accettare che la sua ragazza e il suo migliore amico siano usciti insieme quando si presumeva che lui fosse morto, mentre si aggiunge un altro tassello su cosa ha fatto Oliver sull’isola, mostrando come non sia stato da solo.

La puntata, dunque, non è affatto male, e conferma il successo della serie, per la gioia della CW, oltre che dei fans della DC Comics. Arrow torna, quindi, la settimana prossima: grazie per aver letto questa recensione, e noi ci rivediamo nel prossimo articolo, qui sul blog vuoto!

3 SERIE IN 3 SERE: Le recensioni più recenti

NEW GIRL 4X05 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/24/3-serie-in-3-sere-new-girl-2×05-models/

ARROW 1X02 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/18/3-serie-in-3-sere-arrow-1×02-honor-thy-father/

THE VAMPIRE DIARIES 4X02 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/19/3-serie-in-3-sere-the-vampire-diaries-4×02-memorial/

3 Serie in 3 Sere: New Girl 2×05 – Models

24 Ott

Bentornati nel blog vuoto! Tralasciando che questo è il mio trentesimo articolo (grazie ancora per aver seguito tutti i miei precedenti 29), oggi comincia la seconda settimana del 3 Serie in 3 Sere, e lo fa nel segno dell’amicizia. La 2×05 di New Girl, intitolata Models, tratta infatti dell’amicizia tra i protagonisti della serie: Jess con Cece e Winston, Schmidt e Nick tra di loro.

SPOILER ALERT … beh, dopo tutte le recensioni che ho postato qui, sapete benissimo cosa dico!

Ma passiamo alla trama:

E’ il compleanno di Cece, e Jess le ha preparato una torta. Cece, però, preferisce uscire insieme a Jess e alle sue amiche modelle, tra cui spicca Nadia, che ritiene che Jess sia uguale a una scimmia di una pubblicità russa. Jess, però, non ne può più, e finisce col litigare con Cece, con le due che si schiaffeggiano le tette (citando Nick nella puntata, la cosa mi eccita, ma passiamo oltre). Intanto, Schmidt compra un dolce a Nick, giustificandosi col fatto che ha pensato a lui, ma scopre che Nick non pensa mai a lui, il che fa litigare i due. Winston è dalla parte di Schmidt, dato che sa che Nick è sempre stato il tipo che difficilmente pensa agli amici. Dopo aver parlato tra di loro, Jess e Nick decidono di sistemare le cose. Jess ha la doppia occasione di far pace con Cece e scoprire cosa fa la sua amica quando lavora: Cece, infatti, è malata, e Jess la sostituisce come testimonial per la presentazione della nuova Ford Fusion. Jess, però, non è una modella ed ha difficoltà coi tacchi, per cui risulta goffa e imbarazzante. Nick, nel frattempo, compra un dolce per Schmidt per essere alla pari con lui, ma rischia di complicare le cose quando giustifica il suo avergli comprato un dolce a forma di stella a cinque punte perché Schmidt è ebreo. Piangendo, però, Nick mostra a Schmidt come abbia imparato la lezione, e i due, insieme a Winston, si abbracciano. Anche Jess e Cece fanno pace, e i cinque si ritrovano a mangiare insieme la torta di compleanno di Cece.

Come consuetudine, la puntata di New Girl fa riflettere a proposito di una determinata tematica: questa volta è l’amicizia, o meglio il momento in cui si litiga con gli amici per quello che sono (Nick che trova strano che Schmidt pensi troppo a lui, Jess che critica Cece perché è una modella). Inutile dire che il tema è ben trattato, e l’utilizzo dei flashback è come sempre azzeccato: belli i flashback con i nostri, sia quello in cui Winston parla con un disinteressato Nick che quello del primo giorno in cui Schmidt è andato a vivere con Nick (rendendolo divertente non si è cascati nel quasi inevitabile rischio di far sembrare questa scena simile alle altre sit-com da camera del momento). Si rivede Nadia, l’amica di Cece che ha rotto il pene di Schmidt, che, usando il suo stereotipatissimo accento russo, fa ridere in scene senza senso.

Che dire, globalmente è una puntata discreta, sebbene subisca il peso di essere la puntata successiva alla 2×04, probabilmente una delle migliori della serie, per cui può apparire un po’ sotto i livelli della serie (è comunque divertente in molti punti, come ad esempio nella scena in cui Jess cerca di scusarsi con Cece mentre lei cerca di vomitare). Molto bella è la scena centrale, quando Jess e Nick parlano a vicenda delle loro amicizie, segno che ormai sono diventati l’uno il miglior confidente dell’altra, lasciando intuire (forse) eventuali sviluppi.

New Girl dà appuntamento al 30 Ottobre con una puntata in tema con la festa del giorno dopo: Halloween! L’attesa, è, come sempre, già tanta, sebbene sia meglio che la 2×06 salga di tono, poiché, sebbene New Girl sia una discreta sit-com, a quanto pare il pubblico americano non ne è convinto.

L’appuntamento è con voi a domani sera, quando da Los Angeles ci si sposterà a Starling City per la 1×03 di Arrow. Ecco le recensioni più recenti del 3 Serie in 3 Sere:

NEW GIRL 2X04 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/10/recensione-new-girl-2×04-neighbors/

ARROW 1X02 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/18/3-serie-in-3-sere-arrow-1×02-honor-thy-father/

THE VAMPIRE DIARIES 4X02 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/19/3-serie-in-3-sere-the-vampire-diaries-4×02-memorial/

Grazie per aver letto questa recensione. L’appuntamento è, come dicevo, a domani, sempre qui sul blog vuoto!

3 Serie in 3 Sere: The Vampire Diaries 4×02 – Memorial

19 Ott

Prima dell’articolo, vi ringrazio per aver visto in più di 100 di voi la recensione della 4×01, rendendola il mio primo articolo in grado di superare quota 100. Vi ringrazio del vostro essere così numerosi, e spero che il tempo che passate a leggere la mia recensione sia per voi ben speso.

Bentornati! Questo è il terzo dei tre articoli del blocco delle 3 Serie in 3 Sere per questa settimana, e chiudiamo tale blocco con una puntata da urlo! Parliamo della seconda puntata della quarta stagione di The Vampire Diaries, intitolata Memorial.

ATTENZIONE SPOILER: poiché questa recensione tratta nel dettaglio la puntata, non leggere se non hai visto la 4×02 di TVD, sempre se segui la serie.

Dopo una buona 4×01 che ha dato speranze di un proseguo della stagione ottimo, la 4×02 si mantiene sulla stessa linea. Chi ha sceneggiato la puntata ha, infatti, fatto una mossa intelligente: considerare principalmente la prima stagione. Non c’è, infatti, alcuna apparizione né menzione degli Originali e di Meredith, ma la puntata è tutta dedicata a tutti quelli presenti fin dalla 1×01: Stefan, Damon, Elena, Tyler, Jeremy, Matt, Caroline e Bonnie. E’ tempo, però, di passare alla trama:

Stefan vuole insegnare a Elena a nutrirsi di sangue animale, e le fa bere del sangue di cerbiatto. Elena sembra, inizialmente, gradire il sangue (sebbene percepisca dei sensi di colpa per il cerbiatto, che comunque non è morto) e inizia a lasciarsi andare con Stefan. Mentre stanno per denudarsi, però, Elena si allontana e vomita sangue (e questo è il momento in cui le Delena hanno sperato che il vomito fosse dovuto alla vicinanza di Stefan). Nel frattempo, a seguito della morte di Caleb… pardon, del pastore Young, giungono due persone a Mystic Falls: April, figlia del pastore e amica di lunga data dei fratelli Gilbert, e Robin Wood… cioè,  Connor, cacciatore di vampiri. Il loro arrivo a Mystic è legato al fatto che si celebra il funerale dei morti nell’esplosione del ranch del pastore Young, causata da lui stesso. Connor, però, sa che cosa c’è sotto, e decide di indagare a modo suo, finendo con lo scoprire Tyler e infilargli quattro proiettili di legno (con tanto di logo) nell’addome. Tyler, però, essendo un ibrido, riesce a scappare. Stefan, quindi, cerca di capire cosa siano quei proiettili, e chiede informazioni a una Bonnie che, essendo sempre più stanca di quello che accade, si è barricata a casa sua.

Al funerale, Elena, che aveva bevuto un po’ del sangue di Damon al Mystic Grill, non sembra riuscire a trattenere la sua sete quando è con April, e si chiude in bagno, dove vomita sangue dappertutto. Per sua fortuna, Damon va da lei e le porta un vestito di ricambio, evitandole così di essere scoperta da Connor. Prima che le esequie abbiano inizio, però, Connor ferisce April per usarla come esca, quindi si apposta, con tanto di fucile da cecchino e munizioni di legno grosse quanto la Plec, tenendo sotto tiro Stefan, Damon, Tyler, Caroline ed Elena. I cinque, Matt e Jeremy, però, si accorgono di Connor improvvisato cecchino, e cercano di trovare un modo per mandare il suo piano a monte. Matt decide di non far capire a Connor che Elena è una vampira facendola adagiare su di sé, permettendole di nutrirsi di sangue umano. Essendo tutti indecisi su cosa fare, Tyler decide di fare da esca, beccandosi un altro proiettile di legno, per far scappare tutti. Damon tenta di raggiungerlo e ucciderlo, ma non ci riesce.

Nell’ultima parte della puntata, dopo che Caroline impedisce a Elena di nutrirsi di April e la convince a salvarla, si passa un attimo a una scena da soap opera tra Stefan ed Elena, per finire con una scena che è già di diritto tra le migliori della serie: Stefan, Bonnie, Elena, Damon, Jeremy, Matt e Caroline si riuniscono tutti insieme per commemorare tutti quelli che sono morti da quando tutto è iniziato, dallo zio Zach (che non veniva neanche menzionato dalla prima stagione) a Lexi, da Vicki ad Anna, da Jenna ai genitori di Elena, passando anche per il padre di Caroline, quello di Matt e, soprattutto, Alaric. Mentre gli altri li commemorano usando delle lanterne, però, Damon decide di farlo andando a parlare davanti alla tomba di Alaric, che sembra essere la persona che più gli manca. Damon, però, non sa che c’è lo spirito di Alaric ad ascoltarlo, e così finisce la puntata.

So di avere saltato qualcosa, ma la menzionerò dopo.

Dopo aver completato la trama, passo a trattare dei personaggi apparsi nella puntata, soffermandomi, però, prima su Mystic Falls in generale. Finalmente, infatti, la città partecipa in una maniera diversa dal presenziare a un ballo/evento organizzato dal Consiglio. Stavolta Mystic Falls si fa sentire di più, come dovrebbe essere in una puntata in cui il tema principale è rappresentato dal funerale di dieci abitanti della città. I due personaggi nuovi, poi, sono stati introdotti come si deve, soprattutto April (che entra in medias res, ovvero si capisce che non è un volto nuovo a Mystic), che è l’ennesima ragazza introdotta nella serie per essere sfruttate a beneficio della trama, ma almeno fa la sua bella figura. Non parlo di Connor per un semplice fatto: l’ultima sua scena, quando legge una lettera del pastore Young indirizzata ad April, fa capire che è in arrivo qualcosa di pericoloso. Chissà cosa sarà!

Bene, passiamo ai nostri magnifici otto:

BONNIE BENNETT: La streguzza ha una sola scena, se si esclude quella finale, ma è sufficiente per mostrare il suo stato d’animo. Lei, infatti, non ce la fa più a sopportare tutto quello che accade, e teme che la situazione le stia sfuggendo di mano e che le costerà caro (già la morte dello spirito della nonna è stata una ammonizione degli spiriti oscuri). Chissà cosa farà nelle prossime puntate.

MATT DONOVAN: Matt è l’unico al 100% normale della serie, e quindi è il personaggio più umano che si vede. Ciò si nota quando parla con Jeremy: è vero che ha aiutato Damon a liberare Elena, ma ancora non sente di aver ripagato il debito con lei, dato che lei ha dato la sua vita per lui. Quindi, quando deve impedire che Connor scopra che Elena è una vampira, decide di unire due piccioni con una fava e lascia che le succhi il suo sangue.

TYLER LOCKWOOD: A Michael Trevino riescono troppo bene le scene in cui soffre! Lo ha dimostrato ancora una volta in questa puntata, quando per ben due volte è stato colpito dai proiettili di legno di Connor. Prima del secondo sparo, inoltre, Tyler dimostra quanto sia maturato rispetto a quando era solo un adolescente che faceva a cazzotti con tutti: egli, infatti, parla di quanto sia importante far parte di una squadra, con esplicito riferimento alla squadra dei nostri.

CAROLINE FORBES: E’ divertente la prima scena in cui appare, quando si chiede se sia giusto che stia facendo l’amore con Tyler mentre Mystic Falls è in lutto (deve aver capito che fa sesso più lei di tutti gli altri personaggi della serie), e decide di smettere, mettendo in bella mostra il suo fisico da urlo (sembra che vogliano finalmente dare sfogo anche a noi uomini, dopo 3 stagioni di continui torsi nudi manco fosse Magic Mike). Ottima, inoltre, la scena in cui convince Elena a soggiogare April: era destino che lei fosse d’aiuto alla sua migliore amica in qualche modo, e non c’era modo migliore del farle imparare a soggiogare le persone. Pollice in su per la biondina.

JEREMY GILBERT: La recitazione è migliorata rispetto alla 4×01. Jeremy è il personaggio più di contorno tra quelli che appaiono in questa puntata, ma la sua presenza è emotivamente necessaria, visti i continui richiami alla prima stagione (soprattutto nell’ultima scena, quando ricorda Vicki e Anna). Inoltre, la scena in cui vede un tatuaggione nel braccio di Connor, che non ha nulla tatuato addosso, fa intuire che potrebbe accadere qualcosa di strano, e Jeremy a cose strane è ormai abituato.

ELENA GILBERT: Elena sta migliorando sempre più come personaggio. Non c’è una scena in cui stona in tutta la puntata (ed è un fatto più unico che raro quando parliamo di Elena): da quando è a caccia con Stefan a quando soggioga April, da quando vomita sangue dappertutto in bagno a quando commemora i suoi, Elena dimostra di essere, in realtà, un bel personaggio dal potenziale incredibilmente alto.

STEFAN SALVATORE: Bella la scena in cui litiga con Damon su quale sia il metodo giusto per un vampiro di nutrirsi (sembrava di vedere Angel che litigava con Spike), nel suo stile tutte le altre, ma stonata quella in cui parla con Elena del fatto che lei si sia nutrita di Damon (o, almeno, troppo forzata). Quando ha l’idea di commemorare chi se ne è andato da quando la serie è iniziata, però, la sua puntata sale: quella scena, come ho già detto, è infatti una delle migliori della serie.

DAMON SALVATORE: E’ sembrato il Damon della prima stagione, ossia il miglior Damon della serie! Il suo modo di agire, le sue battute, il suo stile: tutto richiamava il Damon delle prime puntate, con in più qualche aggiunta. E’ fatta molto bene la scena in cui dà a Elena il suo sangue, specificando come si tratti di una cosa molto intima e personale (peccato che Elena non lo ascolti, ma qui è giustificata dal fatto che ha troppa fame), come è fatta benissimo la scena in cui va a parlare davanti alla tomba di Alaric (forse non si vedeva Damon così dalla seconda stagione). Insomma, un’ennesima grande prova recitativa di Ian Somerhalder.

Scusate se mi sono dilungato molto e ho ripetuto le cose anche troppe volte, ma questa puntata mi è piaciuta tantissimo. Io penso che ogni serie abbia la sua puntata “finale”, ossia una puntata così bella che avrebbe potuto benissimo essere il series finale (prendete i finali di stagione di Scrubs dalla sesta in poi), e credo che questa sia quel tipo di puntata per TVD.

Bene, il blocco delle 3 Serie in 3 Sere finisce qui per questa settimana (ed è stata un’ottima settimana). Se vi è piaciuta questa recensione, ecco quelle precedenti del blocco, sperando di trovarvi ancora qui la settimana prossima:

THE VAMPIRE DIARIES 4X01https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/12/recensione-serie-tv-the-vampire-diaries-4×01-growing-pains/

ARROW 1X01 (se non conoscete Arrow) https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/14/recensione-serie-tv-arrow-1×01-pilot/

ARROW 1X02 https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/18/3-serie-in-3-sere-arrow-1×02-honor-thy-father/

NEW GIRL 1a STAGIONE (se non conoscete New Girl) https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/06/recensione-serie-tv-new-girl-2/

NEW GIRL 2X04 (trovate sempre nel blog la 2×01, la 2×02 e la 2×03) https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/10/recensione-new-girl-2×04-neighbors/

Con voi, invece, l’appuntamento è al prossimo articolo, qui sul blog vuoto!

3 Serie in 3 Sere: Arrow 1×02 – Honor Thy Father

18 Ott

Bentornati nel blog vuoto. Oggi, per il pacchetto 3 Serie in 3 Sere (che finalmente parte ufficialmente), recensirò la seconda puntata di Arrow.

Questa seconda puntata, dal biblico titolo Onora tuo padre, aveva il compito di confermare il potenziale della serie, esploso a dismisura col pilota. E ci riesce già all’inizio, quando ricorda la propria missione di ripulire Starling City da chi l’ha rovinata (nell’originale dice failed) mentre si veste, in una scena che ricorda tantissimo Batman. Quella dopo, quando tortura una sua vittima, inoltre, sembra il Punitore con arco e frecce! Stato d’animo, comportamento, minacce e quant’altro ricordano, infatti, Frank Castle, quasi a far capire come The Punisher non sia originale, visto che esisteva Freccia Verde già da quarant’anni quando nacque. Ma non stiamo a parlare del Punitore.

Le scene sono tutte ben caratterizzanti, da quando Oliver difende il cadavere del padre dall’attacco dei gabbiani (abbastanza toccante) a quando sua sorella gli racconta che si sfogava sulla sua tomba quando era creduto morto, passando per scene come quella in cui Oliver mangia del gelato con Laurel (l’inquadratura con un occhio oscurato funziona sempre, vedete la 4×01 di The Vampire Diaries). I personaggi confermano i propri ruoli: dal detective Lance, identico al personaggio di George Stacy (padre di Gwen Stacy, primo amore dell’Uomo Ragno) in quanto a determinazione nel voler catturare il vigilante, alla guardia del corpo di Oliver (che sa cosa vuol dire stare lontano da casa per 5 anni, visto che li ha passati in Afghanistan).

La puntata, quindi, è promossa a pieni voti, e sembra continuamente dire di seguire la serie, per i toni sempre più in crescendo. E inoltre, lo stile che richiama Batman Begins e Il Cavaliere Oscuro rende Arrow molto affascinante. La speranza è che non si perda per strada e non diventi uno Smallville 2.0.

La recensione di Arrow finisce qui, anche perché finirei col ripetermi senza motivo dato che non so cos’altro dire (sarà pure l’ora perché sono le 23!), per cui posto i link delle altre due serie del pacchetto 3 Serie in 3 Sere

https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/10/recensione-new-girl-2×04-neighbors/

https://ilblogvuotodinidellaneum.wordpress.com/2012/10/12/recensione-serie-tv-the-vampire-diaries-4×01-growing-pains/

(passateci se questa recensione vi è piaciuta). Con Arrow l’appuntamento è alla 1×03 della settimana prossima, mentre con voi l’appuntamento è a domani, quando ci sposteremo da Starling City a Mystic Falls … sempre qui, sul blog vuoto!